Trovare lavoro nelle farm australiane: cosa c’è da sapere

Lavorare nelle farm australiane è un’esperienza di vita che lascia un segno importante. Più che un lavoro è una vera e propria full immersion nella vita dell’Australia più selvaggia e remota, scoprendo i lati più autentici di questa splendida terra e godendosi uno stile di vita più genuino, a stretto contatto con la natura.

In più, lavorare nelle farm australiane per almeno 88 giorni consente di rinnovare il proprio Working Holiday, uno dei visti più richiesti.

In questo articolo scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulle farm australiane: in cosa consiste il lavoro, quanto si guadagna e quanto si lavora. Leggendo il mio articolo capirai subito se si tratta dell’esperienza giusta per te!

Cosa sono le farm australiane

Farm in inglese significa letteralmente fattoria.

Ed è proprio quello che sono: grandi fattorie e aziende agricole che troviamo in tutte le zone rurali australiane. 

Chi lavora in farm di solito vive nella fattoria stessa, insieme alla famiglia ospitante oppure in un alloggio apposito, di solito una roulotte, un camper o comunque una sistemazione molto semplice.

Le farm australiane sono diventate molto popolari da quando il governo ha deciso di accettare il lavoro svolto in fattoria per rinnovare il Working Holiday Visa per il secondo anno. Non tutti gli impieghi lo consentono infatti.

Cosa si fa nelle farm in Australia?

In una farm australiana si possono svolgere molti tipi di attività, che cambiano in base alle caratteristiche della farm stessa ma anche al periodo dell’anno e alla posizione geografica.

In ogni caso, ecco alcuni dei lavori che più frequentemente ti verranno richiesti in una fattoria australiana.

  • Raccolta e manipolazione di frutta e verdura.
  • Lavori a contatto con gli animali (prendersi cura di bovini, ovini o polli solitamente).
  • Lavori in casa, come aiutare i proprietari della fattoria nella preparazione dei pasti o nelle pulizie.

Raccolta della frutta in Australia: come funziona

Il lavoro in assoluto più richiesto (e anche il più facile da trovare) è proprio la raccolta della frutta. Per lavorare con gli animali infatti è richiesta sempre un po’ esperienza e quindi è un’attività più selettiva, diciamo così.

Ecco cosa farai.

  • Picking, ovvero la raccolta di frutta e/o verdura. Sicuramente comincerai da qui. Potrebbe esserti richiesto di raccogliere tutta la frutta o verdura oppure di selezionarla in base all’aspetto (per esempio più o meno matura, rovinata o non rovinata ecc.). Alcuni frutti richiedono più sforzo di altri nel processo di raccolta.
  • Packing, ovvero confezionamento. Questo è uno dei lavori nelle farm australiane più ambiti perché viene svolto solitamente al chiuso, al riparo dal caldo, dal freddo, dalla pioggia, dal sole. Consiste nell’organizzare e impacchettare frutta e verdura che sono state raccolte.
  • Pruning, ovvero sfoltimento di alberi e vigneti. Ci sono molte vigne in Australia e quindi anche molta ricerca di persone che svolgano questo tipo di lavoro. Di solito è un’attività ben pagata ma serve una buona forma fisica perché piuttosto faticosa.
  • Planting, ovvero piantare semi di frutta, verdura e alberi. Può essere un’attività da fare all’aperto o all’interno di serre e non è particolarmente faticosa o impegnativa.

Potresti trovarti a svolgere una o più di queste mansioni, nello stesso periodo lavorativo oppure in momenti diversi.

Conoscere la frutta per lavorare nelle farm australiane

raccogliere frutta nelle farm australiane

Ti diamo un piccolo consiglio da tenere a mente se deciderai di lavorare in una farm australiana. La frutta non è tutta uguale e te ne accorgerai presto se farai quest’esperienza: alcune piante sono molto più difficili e faticose da raccogliere e da manipolare.

Ecco una breve guida per te!

  • Fragole, sono coltivate di solito in lunghe vasche infossate nel terreno. Sono leggere, quindi facili da trasportare, ma la raccolta può risultare faticosa per la schiena: dovrai stare piegato per molto tempo, a pochi centimetri dal suolo.
  • Manghi, hanno una controindicazione: quando raccogli un mango, questo rilascia un liquido acido che potrebbe causare bruciature sulla pelle.
  • Banane, senza dubbio tra i frutti peggiori! I cespi di banana sono molto pesanti da trasportare, per questo spesso è un lavoro riservato agli uomini. Inoltre, spesso sono il nascondiglio prediletto di ragni e serpenti.
  • Mele, pere e prugne non presentano particolari difficoltà. Con un cesto dovrai fare su e giù da una scala, trasportando i frutti dai rami fino a terra.
  • Meloni, angurie e zucche sono invece abbastanza complicati, sia perché è difficile staccarli dal suolo sia perché stare piegati può comportare mal di schiena.

Quanto si guadagna a lavorare nelle farm australiane?

Il lavoro nelle farm australiane viene generalmente pagato a ore (solo in alcuni casi a prestazione, ovvero in base a quanta frutta raccogli o riesci a impacchettare).

Lo stipendio nelle farm in Australia è dunque molto variabile ma possiamo dirti che va da un minimo di 15 AUD orari fino a circa 25 AUD orari, la maggioranza delle fattorie paga intorno ai 20 AUD all’ora.

Quante ore si lavora nelle farm in Australia?

Non giriamoci intorno: lavorare nelle farm australiane è dura, molto dura in alcuni casi. L’orario di lavoro è variabile e cambia da una farm all’altra e da un periodo dell’anno all’altro. In alcuni momenti potresti arrivare a lavorare anche 40 ore alla settimana (volendo anche di più, se sei tu a richiederlo).

La sveglia è all’alba, alle cinque o alle sei al massimo dovrai essere pronto a iniziare il tuo turno. Si lavora fino al pomeriggio.

La buona notizia è che di solito il sabato e la domenica sono di riposo!

Come andare a lavorare in una farm in Australia?

come andare a lavorare nelle farm australiane

E adesso entriamo nel dettaglio e vediamo un po’ di informazioni pratiche che ti saranno sicuramente utili.

Ci sono diversi canali per trovare lavoro in una farm australiana. Ecco i principali.

  • Online. Non è facile ma puoi provare a fare preventivamente una ricerca online. Inoltre, ti servirà per capire quali sono le zone dove c’è più richiesta di lavoro.
  • Agenzie di lavoro. Puoi presentarti anche in più di un’agenzia di lavoro dando le tue disponibilità.
  • Passaparola. Questa è la tecnica che funziona meglio! Chiedi alle persone che conosci se c’è possibilità di lavorare in una farm, magari anche solo per un giorno. In questo modo comincerai a farti conoscere.
  • Presentarsi di persona. Dovrai investire un po’ di tempo ma sicuramente troverai un lavoro in questo modo. Presentati di persona nelle farm australiane e parla direttamente con i proprietari offrendoti come lavorante.

C’è però un’altra questione molto importante da tenere presente quando cerchi lavoro nelle farm australiane.

Quando andare nelle farm australiane a lavorare?

L’Australia è grande, molto grande, e il clima può cambiare moltissimo da una zona all’altra. Quando la stagione è perfetta in uno stato, potrebbe non esserla in un altro. Sarà fondamentale quindi arrivare al momento giusto nel posto giusto, sapendo in anticipo se sarà stagione di raccolta oppure no.

Ecco una breve guida che ti sarà utile per comprendere meglio le stagioni australiane.

  • NSW – miglior periodo è tra Novembre ed Aprile, con un picco in Febbraio.
  • VIC – miglior periodo tra Novembre e Aprile, con un picco in Febbraio.
  • TAS – la stagione della raccolta è breve e di solito è tra Dicembre e Maggio.
  • SA – il periodo tra Febbraio ed Aprile è ideale per il lavoro nelle vigne.
  • WA – il periodo tra Ottobre e Giugno è ideale per il lavoro nelle vigne e nelle farm di frutta.
  • NT – da evitare la stagione delle piogge, tra Novembre e Marzo.
  • QLD –  tutto l’anno.

Inoltre, ti consiglio di consultare anche The Harvest Guide, una guida molto esaustiva messa a disposizione dal governo che riguarda il lavoro in farm. Ci trovi non solo la stagionalità delle diverse zone ma anche le aziende che consentono di ottenere il Working Holiday Visa (non tutte infatti permettono di averlo).

Concludiamo con qualche consiglio utile e qualche trucchetto per non perdere tempo, soldi ed energie, e magari ritrovarsi in qualche situazione poco piacevole.

Come lavorare nelle farm australiane

Concludiamo con qualche consiglio utile e qualche trucchetto per non perdere tempo, soldi ed energie, e magari ritrovarsi in qualche situazione poco piacevole.

  • Attenzione ai contractors, che spesso chiedono soldi in cambio di un lavoro in farm. Questo ovviamente, oltre a non essere legale, non ti darà nessuna garanzia o certezza di ottenere il lavoro.
  • Non dare mai soldi in anticipo, nemmeno se ti promettono un lavoro quando arriverai.
  • Prima di accettare un lavoro in cui è incluso l’alloggio, controlla sempre lo stato della sistemazione: alcuni alloggi sono davvero tenuti molto male.
  • Se pensi che ti stiano sfruttando o che ti stiano trattando in modo non corretto, cerca un’altra farm dove lavorare.
  • Chiedi sempre le tue buste paga (payslips) per poi avere i documenti in regola al momento di fare la dichiarazione delle tasse. Inoltre, avrai anche la dimostrazione di aver svolto un lavoro pagato quando dovrai richiedere il tuo nuovo Working Holiday Visa.
  • Meglio farsi accreditare lo stipendio direttamente sul conto corrente invece che in contanti, così avrai una registrazione ufficiale della transazione.

Infine, non dimenticare di usare sempre abbondante crema protettiva contro il sole, un cappellino, occhiali da sole e scarpe comode. Inoltre, meglio indossare vestiti lunghi per essere protetti da insetti e sole. E durante la giornata di lavoro, bevi molta acqua e portati qualcosa da mangiare.

 

Adesso che sai tutto sulle farm australiane non vedi l’ora di partire? O ci hai ripensato e non credi che sia l’esperienza giusta per te?

Leggi di più:
"Lavoro specifico" per rinnovare il Working Holiday Visa
31 Agosto 2015: il lavoro di volontariato non sarà più accettato