Guidare in Australia: patente e acquisto macchina

Bisogna subito precisare che l’Australia è divisa in stati, come spiegato nella pagina Continente, e ogni stato ha regole diverse. Perciò anche per quanto riguarda le regolamentazioni in materia di guida, patente, registrazione di un’auto e simili possono esserci differenze e requisiti diversi in base allo stato.

La patente

Soggiorno massimo di tre mesi

In linea generale se venite in Australia come visitatori, potrete guidare con la vostra patente originale fino ad un massimo di tre mesi dalla data del vostro arrivo. Però, dato che ogni stato ha regole diverse, dovrete controllare i requisiti di guida nello stato/i dove sarete per essere sicuri che effettivamente possiate semplicemente guidare con la vostra patente originale.

Con visitatori in generale vengono intese quelle persone che sono in Australia con un visto temporaneo e quindi:

  • visti turistici
  • visti Working Holiday
  • visti studente
  • visti temporanei di lavoro (ad esempio il 457 sponsor visa)

Quello che penso sia meglio fare, onde evitare complicazioni e problemi, è richiedere la patente internazionale prima di partire per l’Australia. In questo modo sarete tranquilli e coperti in qualsiasi stato australiano sarete. Se invece volete verificare se ne avete effettivamente bisogno per lo stato dove andrete, potete utilizzare la pagina “Driving with an overseas licence” e cliccare sullo stato che vi interessa. Lì troverete tutti i dettagli.

Soggiorno superiore ai tre mesi

Anche in questo caso le cose possono cambiare in base allo stato, fate sempre riferimento alla pagina che ho citato prima per le informazioni dettagliate. Se sarete in Australia per più di tre mesi in generale avrete tre possibilità:

  1. Vi fate rilasciare una patente internazionale ancora quando siete in Italia.
  2. Fate tradurre la vostra patente qui in Australia da un traduttore NAATI. Potete poi guidare tranquillamente, basta che abbiate sempre dietro sia la patente originale italiana che la traduzione certificata.
  3. Fate la patente australiana. Avrete bisogno della patente internazionale o della vostra patente originale. Nel Western Australia e nel caso della patente italiana (patente europea – tesserino plastificato MC 720 P) non servirà che vi presentiate allo sportello con la traduzione, negli altri stati le cose potrebbero essere diverse. Basta poi che andiate in un centro di motorizzazione ed è fatta. In ogni stato questi centri hanno nomi e requisiti diversi, se volete più informazioni guardate sul sito del governo nella sezione Registration and Licences. La patente australiana spesso viene richiesta come documento di identità, richiederla potrebbe quindi semplificarvi la vita.
Permanent resident

In molti stati (se non tutti) è obbligatorio richiedere la patente australiana dopo un certo numero di mesi che si è in Australia con un qualsiasi visto permanente. Solitamente si ha un margine di tempo di tre mesi, ma potrebbe variare in base allo stato.

Perché richiedere la patente internazionale

Ecco qualche motivo per cui secondo me è meglio richiedere la patente internazionale a prescindere dalla durata del vostro soggiorno e dello stato dove sarete:

  • evitate complicazioni e non dovrete preoccuparvi dello stato dove sarete
  • molte compagnie di noleggio auto la richiedono come documento prima di potervi dare l’auto
  • può essere usata come documento di identità
  • è riconosciuta da 150 paesi del mondo
  • può durare un anno o tre anni, a seconda del modello di patente che si sceglie e del paese dove si ha intenzione di andare (alcuni accettano solo il modello da un anno)

Il costo è di circa 40 euro e potete trovare maggiori informazioni nel sito ACI.

LEGGI ANCHE:  L'esame IELTS: perché lo fai?

Patente in AustraliaComprare una macchina in Australia

E’ molto facile, basta avere i soldi e tanta pazienza! I costi delle macchine (usate) variano moltissimo. E’ facile essere attratti dalle macchine meno care, però spesso sono anche quelle che hanno fatto il giro del continente più di una volta, quindi controllate sempre bene i chilometri che hanno o rischiate di ritrovarvi a piedi nel mezzo del deserto :-)

Registrazione

Dopo che avete comprato la vostra bella macchinina, dovete recarvi con l’atto di vendita in un centro di motorizzazione per fare il passaggio di proprietà (costo: meno di 100 dollari) e registrare l’auto sotto il vostro nome.
In generale la registrazione (che si può paragonare al bollo italiano) costa circa 400 dollari all’anno e farla non è nulla di troppo complicato, bastano 10 minuti. Andrà poi rinnovata ogni 6 mesi o un anno, a seconda di quello che scegliete voi.

Una cosa importante che dovete ricordare è che se cambiate stato avete in genere 3 mesi “liberi” dopo di che dovrete registrare l’auto nel nuovo stato dove siete.

Assicurazione

Nel momento in cui registrate l’auto avete automaticamente un minimo di assicurazione, quindi non siete obbligati a farne una.
La copertura varia di stato in stato ma in linea generale è veramente minima. Vi consiglio quindi di cercare in internet un’assicurazione che faccia al caso vostro, ce ne sono parecchie e anche poco costose.

L’ente assicurativo vi chiederà di fornire un numero di conto corrente o di carta di credito/debito per i pagamenti.
Quasi tutti hanno un periodo di prova chiamato “cool off” che dura tre settimane o un mese, durante il quale non vi vengono prelevati i soldi dal conto. Scaduto il termine, se non hai deciso di cambiare assicurazione, iniziano a prelevare i soldi ad ogni scadenza.

I pagamenti sono altamente personalizzabili: ogni settimana, ogni due, ogni mese etc. e potete decidere in qualsiasi momento di interrompere il servizio e riavere i soldi che avete anticipato. Anche in questo caso è tutto molto semplice: basta chiamare al telefono, fornire i propri dati, il numero di registrazione ed è fatta.

Stile di guida

Dovrete essere pronti a cambiare la modalità di guida e passare da: “sono un italiano pazzo isterico e stressato, faccio lo slalom tra le macchine, supero i limiti di velocità perchè tanto non mi beccano” a: “sono molto calmo e rilassato, rispetto i limiti e la legge, non ho fretta di arrivare a destinazione perchè la vita qui è molto easy“.
Davvero, dovrete abituarvi, oltre a guidare seduti a destra, a controllare spesso i limiti di velocità, a non bere se guidate, a non avere fretta e a non spazientirvi se tutti intorno a voi sembrano guidare come dei vecchietti.

I limiti di velocità in Australia a volte possono essere estenuanti ma la polizia non scherza: le multe arrivano facilmente e sono parecchio salate. Se avete la patente australiana perdete anche punti, perchè è basata su un sistema a punteggio come in Italia.

C’è anche molto controllo per la guida in stato di ebrezza. E’ normale routine trovare posti di blocco a qualsiasi ora del giorno e della notte e se ti beccano con un tasso alcolico superiore al limite (0.05 o 0.02 oppure 0 a seconda della categoria) sono grossi guai e grosse sanzioni!

Condividi se ti è stato utile!

51 thoughts on “Guidare in Australia: patente e acquisto macchina”

Comments are closed.