Nuova tassa per backpacker, altro cambio di rotta

Scusate l’assenza ma, come sapranno quelli che mi seguono su Facebook, ho avuto una piccolina e sono parecchio presa a schivare i suoi schizzi di cacca e vomito ;-)

Il post sarà breve, giusto per informarvi che la famosa tassa per backpacker, che doveva entrare in vigore a Luglio ma che è stata posticipata a Gennaio 2017 (vedi articolo Nuova tassa per backpacker posticipata di 6 mesi) ha subito un altro cambio.

In sostanza:

  • non è stata cancellata, solo modificata
  • entrerà in vigore il 1° Gennaio 2017
  • si pagano le tasse sempre fin dal primo dollaro guadagnato
  • la percentuale di tasse da pagare è passata al 15% (dal 32.5% e poi 19% previsto inizialmente) per i primi 37.000 dollari guadagnati
  • i guadagni sopra i 37.000 saranno tassati normalmente (vedi articolo Tax File Number e tasse in Australia)
  • ci sarà anche più flessibilità nel lasciare un datore di lavoro che ha la propria azienda (o farm) in diverse regioni, assumere per 6 mesi in un posto e sei mesi in un altro la stessa persona

Il governo prevede di spendere 10 milioni nel promuovere l’Australia come destinazione per backpacker. In sostanza vuole recuperare il danno fatto con l’annuncio della nuova tassa che ha portato gli stessi a decidere di cambiare il proprio paese di destinazione.

E’ tutto, alla prossima!

 

Approfondimenti
- Nuove tasse per i backpacker: ma sono davvero nuove? 
- Nuova tassa per backpacker posticipata di 6 mesi
- Tax File Number e tasse in Australia 
- Govt reaches compromise on backpacker tax - sito SBS

4 thoughts on “Nuova tassa per backpacker, altro cambio di rotta”

Comments are closed.