Dogana australiana: cosa si può importare

Credo che lo sappiano tutti: l’Australia ha un ecosistema molto delicato e unico al mondo, per questo ci sono regole e restrizioni molto rigide su quello che può passare la dogana australiana, sia quando si entra come passeggero sia quando si vuole spedire qualcosa.

Ci sono alcune categorie di prodotti che hanno un divieto assoluto di entrare in Australia. Ce ne sono altre che sono ristrette e che possono passare la dogana sotto certe condizioni e se si rispettano certi requisiti.

Arrivare in Australia

Carta del passeggero

A bordo dell’aereo (o prima di imbarcarvi) vi verrà chiesto di compilare la Carta del Passeggero In Entrata (Incoming Passenger Card). Questa carta serve per raccogliere un po’ dei vostri dettagli personali e di viaggio e, soprattutto, per capire cosa state importando nel paese.

Immigration clearance

Dogana australianaSuccessivamente, appena atterrate in un aeroporto australiano, dovrete passare attraverso l’immigration clearance che viene gestita dall’Australian Border Force. All’agente che troverete dovrete presentare i vostri documenti di viaggio (ovvero il passaporto) e dare la vostra carta del passeggero.

Naturalmente per poter entrare effettivamente in Australia avrete bisogno di un visto valido, anche se venite come semplici turisti. Il sistema di immigrazione australiano è tutto informatico, quindi non avrete in realtà bisogno di fornire alcuna prova del vostro visto: quando controlleranno il vostro passaporto vedranno subito dal loro computer che avete richiesto un visto e vi faranno procedere.

Raccolta bagagli

Dopo l’immigration clearance potrete andare a recuperare i vostri bagagli.

Controllo Bagagli

In base alle risposte che avete dato nella carta del passeggero e all’impressione che fate agli agenti, potreste uscire direttamente dall’aeroporto (cosa che finora ci è accaduta una sola volta tornando dall’Italia) oppure dovrete passare attraverso gli ufficiali di dogana. Essi vi faranno domande su quello che state importando, basandosi anche sulle vostre dichiarazioni nella carta del passeggero ed eventualmente vi chiederanno di mostrare cosa avete in valigia (ad esempio se indicate di avere cibo o articoli di legno). Se per loro è tutto a posto potrete procedere e sarete liberi di uscire dall’aeroporto altrimenti indagheranno più a fondo.

Carta del passeggero

La carta del passeggero è un vero e proprio documento legale e vi verrà data in inglese, potete trovare la versione tradotta in italiano così che possiate capire bene cosa vi verrà chiesto. Se volete leggere anche la versione in inglese la potete trovare qui.

La cosa che interessa particolarmente sono le domande su quello che state portando con voi in Australia. State portando in Australia:

  • articoli che potrebbero essere soggetti a restrizioni, come farmaci, steroidi, materiale pornografico proibito, armi da fuoco, armi di qualsiasi tipo o sostanze stupefacenti illecite?
  • più di 2250 ml di bevande alcoliche o 50 sigarette o 50g di prodotti del tabacco?
  • articoli acquistati all’estero o acquistati in regime duty free o esenti da imposta in Australia aventi un prezzo totale superiore a AUD 900, compresi regali?
  • beni/campioni per uso aziendale/commerciale?
  • somme pari o superiori a AUD 10.000 in valuta australiana o in altra valuta estera?
  • carne, pollame, pesce, crostacei, uova, latticini, frutta, verdura?
  • granaglie, sementi, bulbi, paglia, noci e frutta secca, piante, parti di piante, medicine o erbe tradizionali, articoli in legno?
  • animali, parti di animali, prodotti animali tra cui attrezzature, cibo per animali domestici, uova, sostanza biologiche, campioni biologici, uccelli, pesci, insetti, conchiglie, prodotti dell’apicoltura?
  • terriccio, articoli con tracce di terriccio o usati in specchi d’acqua dolce es. equipaggiamento sportivo/del tempo libero, calzature?
  • negli ultimi 30 giorni siete stati a contatto con aziende agricole, animali d’allevamento, zone naturali selvagge o corsi d’acqua/laghi d’acqua dolce, etc…?
  • siete stati in Africa, America del Sud/Centrale o ai Caraibi negli ultimi 6 giorni?

Dovrete indicare “sì” o “no”. Se siete nel dubbio indicate sempre sì, avrete poi tempo e modo di far capire ai doganieri cosa state importando. Dal 2010 in poi sono entrata ed uscita dall’Australia 6 volte, non ho mai avuto problemi con gli agenti della dogana, neppure quando hanno aperto le valigie e abbiamo mostrato cosa avevamo. L’importante è essere sempre onesti anche perché sono sempre molto gentile e disponibili, non c’è bisogno di avere paura di loro!

LEGGI ANCHE:  Aprire un conto corrente australiano dall'Italia

Cosa dovete dichiarare

Questo è un elenco di cose che dovete dichiarare quando arrivate in Australia, sia per via aerea che marittima. Trovate l’elenco ufficiale nella pagina “Arrivare in Australia” del sito australiano del dipartimento dell’agricoltura.

Cibo
  • snack e cibo forniti dalla compagnia aerea
  • ingredienti e cibo commercialmente preparati, cotti e crudi
  • frutta secca e verdure
  • riso e noodles istantanei
  • pasti confezionati
  • erbe e spezie
  • medicinali tradizionali e a base di erbe, rimedi, tonici e tisane
  • miele e altri prodotti derivati dalle api
  • merendine e snack
Prodotti derivanti da uova e latte
  • prodotti delle uova inclusi tagliatelle e pasta all’uovo non commercialmente fabbricati
  • prodotti lattiero-caseari (freschi e in polvere) tra cui latte e formaggio
  • formula per neonati
Carne, pollame e pesce
  • carne tra cui fresca, essiccata, congelata, cotta, affumicata, salata o conservata — di tutte le specie animali
  • salsicce, salami e affettati
  • pesce ed altri prodotti di mare
Semi e noci
  • grani di cereale, pop corn (non ancora cotti), mais, noci crude, pigne, becchime, semi e ornamenti, compresi i semi
Frutta fresca e verdura
  • tutta la frutta e verdura sia fresca che surgelata
Materiale vegetale
  • tè che contengono semi, pelle di frutta (per esempio buccia di mela e arancia) e pezzi di frutta
  • rimedi e medicine contenenti erbe, semi, corteccia, funghi e materiale vegetale secco
  • pot-pourri e composizioni di fiori freschi o secchi
  • erbe secche o foglie
  • articoli di artigianato — tra cui ghirlande e decorazioni di Natale — contenente viti, mais, pigne, noci crude, semi, corteccia, muschio, paglia o altro materiale vegetale
  • oggetti in legno
Animali vivi e prodotti di origine animale
  • tutti i mammiferi, uccelli, uova e nidi d’uccelli, pesci, rettili, anfibi e insetti
  • piume, ossa, corna, zanne, lana e pelo di animali
  • pelli, pellame e pellicce
  • animali imbalsamati e uccelli (alcuni potrebbero essere vietati dalla legge che protegge le specie in pericolo di estinzione)
  • conchiglie e coralli (tra cui gioielli e souvenir)
  • cera d’api e altri prodotti derivati da api
  • equipaggiamento per animali usato, tra cui attrezzature veterinarie e medicinali, utensili per la tosatura e la macellazione, articoli di selleria e finimenti per cavalli, gabbie per animali o uccelli
  • cibo per animali – tra cui cibo in scatola
  • articoli di pellame greggio e di artigianato, compresi i tamburi
Altri articoli
  • campioni biologici tra cui coltura tissutale
  • armi, fuochi d’artificio, colteli multi uso ecc…
  • attrezzature usate sportive e per campeggio comprese tende, calzature, scarponi, attrezzatura da golf e biciclette (devono essere controllate per verificare che siano pulite e prive di contaminazioni)
  • attrezzature usate per la pesca in acqua dolce tra cui canne da pesca e reti, kayak, pagaie e giubbotti di salvataggio

Cosa non si può importare

In questa pagina ufficiale e anche in questa trovate molte informazioni e tutti i dettagli necessari.

  • terra, suolo o fango – assicuratevi di avere scarpe e attrezzature pulita
  • frutta e verdura – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • prodotti della carne (non inscatolati) – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • uova e prodotti caseari a base d’uovo – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • piante in vasi o con radici esposte – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • noci e sementi – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • animali vivi
  • armi, di qualsiasi tipo – ci vogliono permessi speciali
  • steroidi – si ha bisogno di un permesso speciale rilasciato dalla Therapeutic Goods Administration
  • materiale relazionato al terrorismo

Cosa succede agli articoli fermati in dogana?

Se state importando articoli che avete dichiarato ma che sono ritenuti pericolosi per l’ecosistema australiano, che possono contenere larve, insetti, altri organismi nocivi o anche malattie, allora essi verranno trattenuti dagli ufficiali di dogana e vi verranno poste di fronte diverse opzioni:

  • fate distruggere l’articolo – l’opzione più facile, veloce e che non vi costa nulla
  • esportate l’articolo – dovrete però pagare una tassa
  • possono trattare l’articolo per renderlo sicuro, attraverso procedimenti di fumigazione o irradiazione – dovrete pagare
  • lasciate l’articolo in aeroporto finché non ripartite – lo lasciate in deposito e dovrete pagare
  • vi fate trattenere l’articolo finché non ottenete un permesso di esportazione

Se invece i prodotti che avete dichiarato vengono giudicati non pericolosi, allora ve li restituiranno e vi lasceranno procedere.

Cosa succede a voi?

Nel caso in cui arrivate in Australia con uno o più prodotti che rientra nella lista dei prodotti da dichiarare ci sono due possibilità:

1. NON LI AVETE DICHIARATI
Se sulla carta del passeggero non avete dichiarato di essere in possesso di articoli che invece devono essere dichiarati, potreste:

  • essere beccati
  • possono multarvi sul posto con una multa da $340
  • potreste essere denunciati, multati più di $66.000 e rischiare 10 anni di galera (e naturalmente avrete una fedina penale sporca)

2. LI AVETE DICHIARATI
No worries, se avete dichiarato tutti gli articoli non verrete penalizzati, neppure se gli articoli sono proibiti in Australia.

Farmaci

I medicinali sono quelli che creano più confusione, trovate tutte le informazioni in questa pagina del governo.

Ci sono regole riguardo all’importazione di farmaci e dispositivi medici in Australia, alcuni richiedono un permesso rilasciato da l’apposita agenzia australiana (Therapeutic Goods Administration) prima di poter entrare nel paese (ad esempio steroidi, prodotti che contengono DHEA etc…) , altri invece rientrano sotto la cosiddetta “Traveller’s Exemption“, ovvero “eccezioni per il viaggiatore”. In questa pagina potrete trovare l’elenco completo dei farmaci che hanno restrizioni e che richiedono un permesso speciale.

farmaci generici che non richiedono prescrizione medica, ad esempio l’aspirina, il voltaren, la tachipirina e via dicendo, non vanno dichiarati. Non portatene quantità industriali, questi farmaci si trovano anche qui nei supermercati!

Ufficialmente i farmaci che richiedono una prescrizione non hanno bisogno di un permesso speciale, anche se contengono una o più sostanze controllate, quando rientrano sotto la Traveller’s Exemption. I medicinali sono sotto questa esenzione quando:

  • state arrivando in Australia come passeggeri di un aereo o nave
  • la medicina in questione viene trasportata nel vostro bagaglio a mano, possibilmente nella sua confezione originale
  • avete una copia della vostra prescrizione scritta in inglese dal vostro medico che certifichi che la medicina vi è stata prescritta per trattare o controllare una condizione medica
  • la quantità del medicinale non supera i 3 mesi di dose massima suggerita dalla casa farmaceutica

Tra le medicine che possono essere importate in Australia senza problemi (ma che vanno dichiarate) ci sono:

  • farmaci che abbassano il livello di colesterolo nel sangue, la pressione, il glucosio e/o farmaci per l’acidità di stomaco
  • pillola contraccettiva
  • dispositivi per monitorare il livello di glucosio nel sangue

Altri medicinali che sono considerati come sostanze proibite e che possono essere comunque importati in Australia sotto la Traveller’s Exemption senza un permesso speciale sono:

  • antibiotici
  • analgesici oppioidi (antidolorifici)
  • farmaci per dormire (sedativi)

Se avete bisogno del farmaco oltre i 3 mesi di dose massima, dovreste ottenere una prescrizione medica da un dottore australiano e acquistarlo direttamente qui oppure potreste farvelo inviare via posta. Ne parlo nella pagina SPEDIZIONI PER L’AUSTRALIA.

Nota personale: quando viaggio mi porto sempre dietro una medicina per la tiroide che viene data solo sotto prescrizione medica. La prima volta che sono arrivata in Australia avevo dichiarato di avere delle medicine (quindi avevo segnato di sì nella prima domanda) e avevo bella pronta la mia dichiarazione scritta in inglese da un endocrinologo italiano. Quando sono arrivata dal doganiere ho dato la mia carta del passeggero e mi ha chiesto che tipo di medicinali avessi con me. Gli ho detto che era per la tiroide, mi ha risposto “all right, that’s fine” e mi ha fatto passare senza neppure chiedere ulteriori dettagli o di mostrargli le confezioni di medicinale o la prescrizione del medico.

Articoli acquistati all’estero, costo totale superiore a $900

Onestamente? Se penso al valore degli oggetti che il turista medio si porta dietro, come portatile, macchina fotografica e cellulare, il valore supera di gran lunga i 900 dollari australiani. Non ho mai dichiarato di “sì” in questo punto perché non penso che quello che chiedono sia quello che la maggior parte delle persone immagina. Basandomi sul foglio informativo messo a disposizione dal governo,  gli articoli a cui si riferiscono sono solo quelli acquistati al duty free.

Articoli in pelle

Se avete scarpe, borse o altri articoli in pelle non avrete alcun problema se sono stati completamente lavorati e conciati. Quello che non può essere fatto entrare è qualsiasi cosa di pellame greggio. In entrambi i casi dovrete comunque dichiararlo nella carta del passeggero.

Condividi se ti è stato utile!

99 thoughts on “Dogana australiana: cosa si può importare”

  1. Pingback: Volare per L'Australia - Destination Australia
  2. Trackback: Volare per L'Australia - Destination Australia
  3. Pingback: Passaggi per emigrare permanentemente in Australia
  4. Trackback: Passaggi per emigrare permanentemente in Australia

Comments are closed.