In più

Dogana australiana: cosa si può importare

Credo che lo sappiano tutti: l’Australia ha un ecosistema molto delicato e unico al mondo, per questo ci sono regole e restrizioni molto rigide su quello che può passare la dogana australiana, sia quando si entra come passeggero sia quando si vuole spedire qualcosa.

Ci sono alcune categorie di prodotti che hanno un divieto assoluto di entrare in Australia. Ce ne sono altre che sono ristrette e che possono passare la dogana sotto certe condizioni e se si rispettano certi requisiti.

Arrivare in Australia

Carta del passeggero

A bordo dell’aereo (o prima di imbarcarvi) vi verrà chiesto di compilare la Carta del Passeggero In Entrata (Incoming Passenger Card). Questa carta serve per raccogliere un po’ dei vostri dettagli personali e di viaggio e, soprattutto, per capire cosa state importando nel paese.

Immigration clearance

Dogana australianaSuccessivamente, appena atterrate in un aeroporto australiano, dovrete passare attraverso l’immigration clearance che viene gestita dall’Australian Border Force. All’agente che troverete dovrete presentare i vostri documenti di viaggio (ovvero il passaporto) e dare la vostra carta del passeggero.

Naturalmente per poter entrare effettivamente in Australia avrete bisogno di un visto valido, anche se venite come semplici turisti. Il sistema di immigrazione australiano è tutto informatico, quindi non avrete in realtà bisogno di fornire alcuna prova del vostro visto: quando controlleranno il vostro passaporto vedranno subito dal loro computer che avete richiesto un visto e vi faranno procedere.

Raccolta bagagli

Dopo l’immigration clearance potrete andare a recuperare i vostri bagagli.

Controllo Bagagli

In base alle risposte che avete dato nella carta del passeggero e all’impressione che fate agli agenti, potreste uscire direttamente dall’aeroporto (cosa che finora ci è accaduta una sola volta tornando dall’Italia) oppure dovrete passare attraverso gli ufficiali di dogana. Essi vi faranno domande su quello che state importando, basandosi anche sulle vostre dichiarazioni nella carta del passeggero ed eventualmente vi chiederanno di mostrare cosa avete in valigia (ad esempio se indicate di avere cibo o articoli di legno). Se per loro è tutto a posto potrete procedere e sarete liberi di uscire dall’aeroporto altrimenti indagheranno più a fondo.

Carta del passeggero

La carta del passeggero è un vero e proprio documento legale e vi verrà data in inglese, potete trovare la versione tradotta in italiano così che possiate capire bene cosa vi verrà chiesto. Se volete leggere anche la versione in inglese la potete trovare qui.

La cosa che interessa particolarmente sono le domande su quello che state portando con voi in Australia. State portando in Australia:

  • articoli che potrebbero essere soggetti a restrizioni, come farmaci, steroidi, materiale pornografico proibito, armi da fuoco, armi di qualsiasi tipo o sostanze stupefacenti illecite?
  • più di 2250 ml di bevande alcoliche o 50 sigarette o 50g di prodotti del tabacco?
  • articoli acquistati all’estero o acquistati in regime duty free o esenti da imposta in Australia aventi un prezzo totale superiore a AUD 900, compresi regali?
  • beni/campioni per uso aziendale/commerciale?
  • somme pari o superiori a AUD 10.000 in valuta australiana o in altra valuta estera?
  • carne, pollame, pesce, crostacei, uova, latticini, frutta, verdura?
  • granaglie, sementi, bulbi, paglia, noci e frutta secca, piante, parti di piante, medicine o erbe tradizionali, articoli in legno?
  • animali, parti di animali, prodotti animali tra cui attrezzature, cibo per animali domestici, uova, sostanza biologiche, campioni biologici, uccelli, pesci, insetti, conchiglie, prodotti dell’apicoltura?
  • terriccio, articoli con tracce di terriccio o usati in specchi d’acqua dolce es. equipaggiamento sportivo/del tempo libero, calzature?
  • negli ultimi 30 giorni siete stati a contatto con aziende agricole, animali d’allevamento, zone naturali selvagge o corsi d’acqua/laghi d’acqua dolce, etc…?
  • siete stati in Africa, America del Sud/Centrale o ai Caraibi negli ultimi 6 giorni?

Dovrete indicare “sì” o “no”. Se siete nel dubbio indicate sempre sì, avrete poi tempo e modo di far capire ai doganieri cosa state importando. Dal 2010 in poi sono entrata ed uscita dall’Australia 6 volte, non ho mai avuto problemi con gli agenti della dogana, neppure quando hanno aperto le valigie e abbiamo mostrato cosa avevamo. L’importante è essere sempre onesti anche perché sono sempre molto gentile e disponibili, non c’è bisogno di avere paura di loro!

LEGGI ANCHE:  Aprire un conto corrente australiano dall'Italia

Cosa dovete dichiarare

Questo è un elenco di cose che dovete dichiarare quando arrivate in Australia, sia per via aerea che marittima. Trovate l’elenco ufficiale nella pagina “Arrivare in Australia” del sito australiano del dipartimento dell’agricoltura.

Cibo
  • snack e cibo forniti dalla compagnia aerea
  • ingredienti e cibo commercialmente preparati, cotti e crudi
  • frutta secca e verdure
  • riso e noodles istantanei
  • pasti confezionati
  • erbe e spezie
  • medicinali tradizionali e a base di erbe, rimedi, tonici e tisane
  • miele e altri prodotti derivati dalle api
  • merendine e snack
Prodotti derivanti da uova e latte
  • prodotti delle uova inclusi tagliatelle e pasta all’uovo non commercialmente fabbricati
  • prodotti lattiero-caseari (freschi e in polvere) tra cui latte e formaggio
  • formula per neonati
Carne, pollame e pesce
  • carne tra cui fresca, essiccata, congelata, cotta, affumicata, salata o conservata — di tutte le specie animali
  • salsicce, salami e affettati
  • pesce ed altri prodotti di mare
Semi e noci
  • grani di cereale, pop corn (non ancora cotti), mais, noci crude, pigne, becchime, semi e ornamenti, compresi i semi
Frutta fresca e verdura
  • tutta la frutta e verdura sia fresca che surgelata
Materiale vegetale
  • tè che contengono semi, pelle di frutta (per esempio buccia di mela e arancia) e pezzi di frutta
  • rimedi e medicine contenenti erbe, semi, corteccia, funghi e materiale vegetale secco
  • pot-pourri e composizioni di fiori freschi o secchi
  • erbe secche o foglie
  • articoli di artigianato — tra cui ghirlande e decorazioni di Natale — contenente viti, mais, pigne, noci crude, semi, corteccia, muschio, paglia o altro materiale vegetale
  • oggetti in legno
Animali vivi e prodotti di origine animale
  • tutti i mammiferi, uccelli, uova e nidi d’uccelli, pesci, rettili, anfibi e insetti
  • piume, ossa, corna, zanne, lana e pelo di animali
  • pelli, pellame e pellicce
  • animali imbalsamati e uccelli (alcuni potrebbero essere vietati dalla legge che protegge le specie in pericolo di estinzione)
  • conchiglie e coralli (tra cui gioielli e souvenir)
  • cera d’api e altri prodotti derivati da api
  • equipaggiamento per animali usato, tra cui attrezzature veterinarie e medicinali, utensili per la tosatura e la macellazione, articoli di selleria e finimenti per cavalli, gabbie per animali o uccelli
  • cibo per animali – tra cui cibo in scatola
  • articoli di pellame greggio e di artigianato, compresi i tamburi
Altri articoli
  • campioni biologici tra cui coltura tissutale
  • armi, fuochi d’artificio, colteli multi uso ecc…
  • attrezzature usate sportive e per campeggio comprese tende, calzature, scarponi, attrezzatura da golf e biciclette (devono essere controllate per verificare che siano pulite e prive di contaminazioni)
  • attrezzature usate per la pesca in acqua dolce tra cui canne da pesca e reti, kayak, pagaie e giubbotti di salvataggio

Cosa non si può importare

In questa pagina ufficiale e anche in questa trovate molte informazioni e tutti i dettagli necessari.

  • terra, suolo o fango – assicuratevi di avere scarpe e attrezzature pulita
  • frutta e verdura – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • prodotti della carne (non inscatolati) – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • uova e prodotti caseari a base d’uovo – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • piante in vasi o con radici esposte – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • noci e sementi – buttatela negli appositi cesti, non ve la faranno importare
  • animali vivi
  • armi, di qualsiasi tipo – ci vogliono permessi speciali
  • steroidi – si ha bisogno di un permesso speciale rilasciato dalla Therapeutic Goods Administration
  • materiale relazionato al terrorismo

Cosa succede agli articoli fermati in dogana?

Se state importando articoli che avete dichiarato ma che sono ritenuti pericolosi per l’ecosistema australiano, che possono contenere larve, insetti, altri organismi nocivi o anche malattie, allora essi verranno trattenuti dagli ufficiali di dogana e vi verranno poste di fronte diverse opzioni:

  • fate distruggere l’articolo – l’opzione più facile, veloce e che non vi costa nulla
  • esportate l’articolo – dovrete però pagare una tassa
  • possono trattare l’articolo per renderlo sicuro, attraverso procedimenti di fumigazione o irradiazione – dovrete pagare
  • lasciate l’articolo in aeroporto finché non ripartite – lo lasciate in deposito e dovrete pagare
  • vi fate trattenere l’articolo finché non ottenete un permesso di esportazione

Se invece i prodotti che avete dichiarato vengono giudicati non pericolosi, allora ve li restituiranno e vi lasceranno procedere.

Cosa succede a voi?

Nel caso in cui arrivate in Australia con uno o più prodotti che rientra nella lista dei prodotti da dichiarare ci sono due possibilità:

1. NON LI AVETE DICHIARATI
Se sulla carta del passeggero non avete dichiarato di essere in possesso di articoli che invece devono essere dichiarati, potreste:

  • essere beccati
  • possono multarvi sul posto con una multa da $340
  • potreste essere denunciati, multati più di $66.000 e rischiare 10 anni di galera (e naturalmente avrete una fedina penale sporca)

2. LI AVETE DICHIARATI
No worries, se avete dichiarato tutti gli articoli non verrete penalizzati, neppure se gli articoli sono proibiti in Australia.

Farmaci

I medicinali sono quelli che creano più confusione, trovate tutte le informazioni in questa pagina del governo.

Ci sono regole riguardo all’importazione di farmaci e dispositivi medici in Australia, alcuni richiedono un permesso rilasciato da l’apposita agenzia australiana (Therapeutic Goods Administration) prima di poter entrare nel paese (ad esempio steroidi, prodotti che contengono DHEA etc…) , altri invece rientrano sotto la cosiddetta “Traveller’s Exemption“, ovvero “eccezioni per il viaggiatore”. In questa pagina potrete trovare l’elenco completo dei farmaci che hanno restrizioni e che richiedono un permesso speciale.

farmaci generici che non richiedono prescrizione medica, ad esempio l’aspirina, il voltaren, la tachipirina e via dicendo, non vanno dichiarati. Non portatene quantità industriali, questi farmaci si trovano anche qui nei supermercati!

Ufficialmente i farmaci che richiedono una prescrizione non hanno bisogno di un permesso speciale, anche se contengono una o più sostanze controllate, quando rientrano sotto la Traveller’s Exemption. I medicinali sono sotto questa esenzione quando:

  • state arrivando in Australia come passeggeri di un aereo o nave
  • la medicina in questione viene trasportata nel vostro bagaglio a mano, possibilmente nella sua confezione originale
  • avete una copia della vostra prescrizione scritta in inglese dal vostro medico che certifichi che la medicina vi è stata prescritta per trattare o controllare una condizione medica
  • la quantità del medicinale non supera i 3 mesi di dose massima suggerita dalla casa farmaceutica

Tra le medicine che possono essere importate in Australia senza problemi (ma che vanno dichiarate) ci sono:

  • farmaci che abbassano il livello di colesterolo nel sangue, la pressione, il glucosio e/o farmaci per l’acidità di stomaco
  • pillola contraccettiva
  • dispositivi per monitorare il livello di glucosio nel sangue

Altri medicinali che sono considerati come sostanze proibite e che possono essere comunque importati in Australia sotto la Traveller’s Exemption senza un permesso speciale sono:

  • antibiotici
  • analgesici oppioidi (antidolorifici)
  • farmaci per dormire (sedativi)

Se avete bisogno del farmaco oltre i 3 mesi di dose massima, dovreste ottenere una prescrizione medica da un dottore australiano e acquistarlo direttamente qui oppure potreste farvelo inviare via posta. Ne parlo nella pagina SPEDIZIONI PER L’AUSTRALIA.

Nota personale: quando viaggio mi porto sempre dietro una medicina per la tiroide che viene data solo sotto prescrizione medica. La prima volta che sono arrivata in Australia avevo dichiarato di avere delle medicine (quindi avevo segnato di sì nella prima domanda) e avevo bella pronta la mia dichiarazione scritta in inglese da un endocrinologo italiano. Quando sono arrivata dal doganiere ho dato la mia carta del passeggero e mi ha chiesto che tipo di medicinali avessi con me. Gli ho detto che era per la tiroide, mi ha risposto “all right, that’s fine” e mi ha fatto passare senza neppure chiedere ulteriori dettagli o di mostrargli le confezioni di medicinale o la prescrizione del medico.

Articoli acquistati all’estero, costo totale superiore a $900

Onestamente? Se penso al valore degli oggetti che il turista medio si porta dietro, come portatile, macchina fotografica e cellulare, il valore supera di gran lunga i 900 dollari australiani. Non ho mai dichiarato di “sì” in questo punto perché non penso che quello che chiedono sia quello che la maggior parte delle persone immagina. Basandomi sul foglio informativo messo a disposizione dal governo,  gli articoli a cui si riferiscono sono solo quelli acquistati al duty free.

Articoli in pelle

Se avete scarpe, borse o altri articoli in pelle non avrete alcun problema se sono stati completamente lavorati e conciati. Quello che non può essere fatto entrare è qualsiasi cosa di pellame greggio. In entrambi i casi dovrete comunque dichiararlo nella carta del passeggero.

Condividi se ti ha aiutato! :-)
80
Condividi se ti ha aiutato! :-)
80

64 thoughts on “Dogana australiana: cosa si può importare”

  1. Giulia says:

    Volessi io portarmi a casa in Italia una bottiglietta con della terra, si può fare? Me la fanno passare se la sto esportando dall’Australia?

  2. Paolo says:

    Buongiorno,
    ci sono restrizioni particolari all’esportazione in Australia di prodotti cosmetici? (Oli, creme, per il viso e per il corpo) prodotti con materie prime (fiori erbe etc, biologici, dermatologicamente testati in Europa. Grazie

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao, se sono impacchettati non in casa non credo ci siano problemi!

  3. Erika says:

    Ciao a tutti ..
    Volevo sapere se posso spedire cioccolata e 6 bottiglie di IPA ,birra belga..e come poter fare ..grazieeee

  4. Adele says:

    Ciao cara, io dovrei trasportare oki, monuril e D- mannosio che è un integratore alimentare contro la cistite… devo dichiarare trasporto di farmaci? Qui nonce bisogno di ricetta quindi non so li come devo comportarmi… sai darmi consigli? Inoltre volevo chiederti se le piastre italiane ovviamente con l adattatore li vanno bene o hanno un voltaggio troppo alto! Grazie!

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Adele, se non serve prescrizione allora puoi anche non dichiararli. Mettili in valigia e basta!
      Per le piastre nessun problema, qui gli impianti sopportano voltaggi più alti che in Italia in realtà :-)

  5. ANNA says:

    Ciao, grazie per i utilissimi consigli che ci dai su questa pagina. La mia domanda riguarda delle medicine omeopatiche terapeutiche e come rilassanti che non hanno ricetta medica. Posso portarle? devo dichiarare e in quale valigia (a mano o in stiva)?
    La sigaretta elettronica si può portare?
    Grazie

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Anna, non credo ci siano problemi per i prodotti omeopatici e neppure per la sigaretta elettronica ma onestamente non avendoli mai dovuti portare non mi sono mai informata :-)
      Buon viaggio e grazie a te!

  6. annagiulia MArino says:

    ciao a tutti;
    scusatemi, sono annagiulia…
    mia mamma vorrebbe inviarmi un pacco dall’ italia per natale, e lei vorrebbe mettere anche la caciotta sottovuoto e del pecorino anch’esso sottovuoto, e’ possibile, o le dico di non provarci neanche???? … please, someone taht can answer ASAP.
    THANKS AGAIN!

  7. Chiara says:

    Ciao Francesca!
    Con il visto working holiday posso portare i coltelli nel bagaglio in stiva o devo procurarmi un qualche certificato? Sono una cuoca e li userò per lavorare…
    grazie

    Co

  8. Rita says:

    Complimenti per tutte le preziose informazioni, mi è rimasto un dubbio: staremo in Australia un mese, mio marito è allergico e porterà con sè Ventolin e Bentelan che è un corticosteroideo. Per entrambi ho la prescrizione medica tradotta in inglese ma è sufficiente?
    E ho capito bene, il parmigiano sottovuoto si può portare e i biscotti confezionati anche? In questo caso meglio nel bagaglio a mano o in stiva?
    Grazie
    Rita

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Rita, grazie a te!
      Per il medicinale dovreste controllare nei link che ho inserito se è nell’elenco dei medicinali che richiedono un permesso speciale e per parmigiano/biscotti confezionati non dovrebbero esserci problemi, qualsiasi bagaglio va bene :-)

  9. Ilaria says:

    Ciao! Io saró in Australia tra un mesetto con il working holiday per 6/7 mesi. Io prendo la pillola anticoncezionale e vorrei continuare a prenderla anche in Australia ma ho letto che si possono portare scorte di medicinali solo per 3 mesi. Se la pillola che prendo io non c’è sul mercato australiano me ne verrà prescritta una equivalente?
    Grazie:)

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Ilaria, ti ho già risposto al messaggio privato su Facebook 😊

      1. Melany Fabio says:

        Ciao, ho lo stesso problema! Cosa devo fare?

  10. Davide says:

    Ciao Francesca ho letto con piacere l articolo, avrei solo una domanda : dato che sono fumatore e porterò piu di 50 sigarette, quanto costa l eccesso? Grazie mille

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Davide, non lo so!

  11. elena says:

    ciao non ho capito bene se devo portare la pillola devo portarmi la ricetta???

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Elena, ho spiegato tutto nei dettagli in questo articolo http://vivereinaustralia.com/dogana-australiana/ !

  12. Gianvincenzo Cantafora says:

    Buongiorno Francesca,
    ho letto con grande piacere ed interesse tutto quello che hai pubblicato a proposito di quello che si può importare e non in Australia. Il tutto è molto chiaro e ben scritto.
    Il nostro viaggio che ci porterà in Tasmania, Nuovo Gallles del Sud, Qeensland e nel Territorio del Nord, durerà quaranta giorni circa e ci porterà a scoprire il territorio e il “mondo” di quelle Regioni, attraversandole.
    Non è nostra intenzione trasferirci in Australia, siamo F.t.m. (Fuori tempo massimo), per età e radicamento europeo, dividiamo il nostro tempo tra Italia, Spagna, Londra e i viaggi, lavorando per nostra fortuna, nel tempo libero. Scherzi a parte, le nostre professioni ci consentono di lavorare da postazioni remote, senza continuità e presenza nei luoghi di lavoro.
    Quello che hai fatto e stai facendo per i nostri giovani connazionali che intendono venire a stabilirsi in Australia è unico, lodevolissimo e ammirevole. Brava !
    Venendo ora alla domanda che desideravo farti : ” Secondo te è opportuno dichiarare nel form un IPad Apple 12″ 128 GIGA, del valore di 2000 $Aus , potrebbero fare storie, perché la somma con gli altri oggetti, IPhone e altri, supera di gran lunga il tetto dei 900 $Aus? L’oggetto in questione è nuovo, appena acquistato, meglio non portarlo ?

    Ho letto con interesse anche l’articolo sulle bandiere Australiane e a propositi della Croce del Sud che campeggia su molte bandiere di molti stati dell’Oceano Pacifico, se avrai voglia, leggi la storia del suo scopritore, Andrea Corsali da Empoli, un navigatore geografo italiano del 1500.

    Grazie per la tua cortese risposta.

    Buona giornata, Gianvincenzo

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Gianvincenzo, grazie infinite per le tue parole! Appena ho tempo approfondirò di sicuro il discorso sulla Croce del Sud.
      Riguardo l’iPad, non vi preoccupate. Se è un oggetto che avete preso per voi e che usate, anche se nuovo di pacca, non c’è bisogno di dichiararlo. Tutte le volte che ho viaggiato verso l’Australia ho sempre avuto con me oggetti di valore totale superiore ai 900 dollari, parliamo di iPhone, computer, reflex etc… non li ho mai indicati nella carta del passeggero e non ho mai avuto problemi.
      La domanda che fanno (che non è chiarissima) è riferita ad oggetti appena acquistati, magari al duty free di un altro aeroporto, ancora impacchettati e con lo scontrino tra le mani. Se tutti noi dovessimo dichiarare ogni volta di sì perché abbiamo i nostri “oggetti quotidiani/da viaggio” come cellulare e macchina fotografica (praticamente la maggior parte dei viaggiatori) si ritroverebbero grossi imbottigliamenti ai controlli!
      Vi auguro uno splendido viaggio, sembra davvero magnifico :-)

  13. Francesco says:

    Ciao Francesca, anzitutto complimenti per il dettagliato articolo dove hai precisato molte cose utili a chi, come me, si sta accingendo a partire per l’Australia: sai, ho sentito diverse versioni anche contrastanti che mi avevano lasciato un po’ pensieroso..
    Volevo solo farti un paio di domande: 1. di norma curo il mio mal di gola, ahimé frequente, con gocce di propoli che però non sono distribuite in farmacia ma prodotte privatamente: devo dichiararle tra i medicinali e potrebbero esserci problemi essendo prodotti derivati da api?
    2. Assumo a volte degli antistaminici dietro rilascio di prescrizione medica ma l’ultima consegnatami ormai più di un anno fa non la trovo più: potrebbero farmi problemi? Devo anche questi ultimi dichiararli nella carta del passeggero?
    Grazie mille!

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Francesco, grazie a te!
      1. io le dichiarerei, dato che sono fatte privatamente. Starà poi a loro valutare, probabilmente ti faranno delle domande per capire meglio e poi decideranno cosa fare.
      2. questi non li dichiarerei

      Buon viaggio :-)

      1. Francesco says:

        Francesca sono di nuovo Francesco :) la data della partenza è ormai prossima, tra una settimana si prende il volo!! Il mio amico che mi ospiterà mi ha chiesto un favore: comprare e portare per la sua mamma un misuratore di pressione arteriosa. Mi ha detto che in Australia son molto costosi questi apparecchi pertanto mi ha chiesto di comprarne uno che mi ripagherà al mio arrivo. In questo caso come devo comportarmi, sempre in merito a quanto ti ho chiesto 20 gg fa?
        Riguardo poi alla domanda sugli antistaminici, precisandoti che ho con me anche dei cortisonici per allergie (sempre senza ricetta in mio possesso), è il caso che li tenga nel bagaglio a mano?
        Grazie ancora di tutto
        FRANCESCO

        1. Immigrata allo Sbaraglio says:

          Ciao Francesco, per il misuratore di pressione io non lo dichiarerei, per gli antistaminici poco importa, se vogliono indagare ti faranno aprire il bagaglio grande nel caso tu li abbia lì :-)
          Buon viaggio!

  14. Fede says:

    Ciao Francesca! I tuoi articoli sono sempre il top e super esaurienti! Solamente che a me è rimasto un piccolo dubbio…potrei portare del parmigiano sigillato con ingredienti ecc…? Mi sa di no vero? Io partirò tra un mese come ragazza alla pari e vorrei portare qualcosa alla famiglia! Potresti consigliarmi qualcosa? Ti manca particolarmente qualcosa di italiano che non c’è lì?
    Aceto balsamico, Olio, qualche biscotto tipico, caffè, caffettiere? Hahaha
    Grazie mille!!

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Federica, grazie per i complimenti! Sì, puoi portare il parmigiano, per il resto aceto, olio, caffè trovi tutto qui! I biscotti della Mulino Bianco non sono facili da trovare, ma non so se ti conviene portarli perché con il viaggio rischiano di disintegrarsi ;-)
      Divertiti!

  15. Antonio Paciello says:

    Ciao! ti ringrazio per l’articolo molto esauriente per quanto riguarda i farmaci. Infatti anche io soffro di tiroide e devo portare un po’ di eutirox. Ma si trova facilmente anche in Australia qualcosa come l’eutirox? E omega 3 per il colesterolo? Ti ringrazio!

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Antonio, si trova qualcosa anche qui ma il principio attivo è diverso, non è levotiroxina. Di conseguenza anche il farmaco è diverso, ad esempio va tenuto in frigo. Non ho mai voluto fare il cambio e passare a quello che si trova qui, ci ho messo troppi anni per trovare il giusto equilibrio e capire l’Eutirox, non ho voglia di ricominciare! In 5 anni e mezzo sono riuscita ad andare avanti con scorte portatemi dai miei genitori, recuperate da me quell’unica volta che sono rientrata in Italia per vacanza e tramite spedizioni postali.
      Omega 3 per il colesterolo? Certo, non mi sembra sia un medicinale che richiede prescrizione e penso tu possa trovarlo anche nei supermercati. Non mi sono però mai dovuta informare al riguardo, quindi potrei sbagliarmi!
      Buon viaggio!

  16. IO DA QUI says:

    ciao!
    grazie per i preziosi consigli.. io sono in partenza tra un mesetto.
    porterò con me la pillola contraccettiva, qualche bustina di nimesulide e fi duradantin..li devo dichiarare?
    Inoltre volevo portare sottovuoto del salame d.o.p, è possibile?
    Grazie per la risposta.

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao, c’è spiegato tutto nell’articolo!

  17. Francesco says:

    Ciao, complimenti e grazie per le utili informazioni. Avrei un dubbio però: in caso volessi portare della cioccolata (quella che si compra nei supermercati, lo so che si trova anche in Australia :)) anche nel caso stesso degli snack che mi vengono forniti in aereo, sulla carta del passeggero quale voce dovrei segnare?
    Grazie

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Francesco, grazie per i complimenti! Onestamente se fossi al tuo posto non segnerei “yes” a nessuna delle voci, perché sia snack dell’aereo che cioccolata non mi sembrano proprio rientrare in nessuna delle categorie. Se una volta atterrata mi dovessero chiedere se ho del cibo, direi quello che ho e spiegherei che non sapevo quale voce indicare sulla carta del passeggero. Se dici la verità subito non succede nulla, è nel caso in cui tu neghi che hai del cibo e poi ad una ispezione della valigia scoprono invece che ce l’hai che allora potrebbero insorgere problemi.
      Sono sempre molto disponibili e gentili, non ho mai avuto problemi nei numerosi viaggi di ritorno in Australia che ho fatto :-)
      Buon viaggio!

  18. paola benci says:

    Ciao…. Come turista posso portare due bottiglie di vino e qualche altro pensierino tipo cioccolata o biscotti italiani…parlo di cavallucci o ricciarelli ecc….?…. E Cos altro posso portare ai parenti?

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Sì Paola, cos’altro? Te stessa!

  19. benedetto morello says:

    dovrei spedire ai miei nipoti per regalo, perché hanno aperto un negozio, delle bucce di cannoli siciliani che costano al pacco €15,00 e dentro ce ne sono n°120 gliene vorrei spedire 5 scatoli che pesano in tutto kg 14,500 . Per il costo della spedizione non è un problema il solo problema è cosa devo scrivere sul bollettino doganale : biscotti o bucce di cannoli? perché la ricotta e il cioccolato sarebbe acquistato in Australia per riempirli come quelli in Sicilia.

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Benedetto, scrivi quello che sono effettivamente: se sono bucce di cannoli metti quello, se sono biscotti scrivi biscotti. Tieni presente che sarebbe il caso di tradurli in inglese.

  20. Pingback: Volare per L'Australia - Destination Australia
  21. Trackback: Volare per L'Australia - Destination Australia
  22. Francesco says:

    Ciao..volevo sapere se fosse possibile spedire a mio figlio..che vive e lavora a Sidney..degli alimenti..tipo pasta..olio extravergine..salsa..il tutto confezionato commercialmente in italia..in’oltre..un paio di bottiglie di liquori..presumo gia la risposta..ma ho gia scritto svariate volte..alla dogana australiana..ma senza ottenere risposte in merito..P.S..con poste italiane..un pacco da 20 kg..costa circa 200 euro..e la consegna avviene in 4/5 giorni lavorativi..grazie cmq..per l’eventuale risposta..Francesco

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Francesco, pasta, olio e salse si trovano anche qui, barilla e dececco comprese, non penso valga la pena spedirli. 200 euro mi sembra una follia!!! In ogni caso trovi cosa NON si può spedire in questa pagina. Per i liquori invece guarda questa.

  23. Valerio says:

    Ciao! Innanzitutto volevo farti i miei complimenti per il sito e per i manuali!
    Volevo chiederti (ho dato una mezza occhiata e non mi pare di aver trovato nulla) , si puó spedire una patente italiana in Australia? Sto aspettando il duplicato ma ho paura di non averlo in tempo per la partenza, e se così fosse ho pensato di farmelo spedire li!

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Valerio, grazie per i complimenti! Penso proprio non ci sia nessun problema.

  24. Pingback: Passaggi per emigrare permanentemente in Australia
  25. Trackback: Passaggi per emigrare permanentemente in Australia
  26. Federica says:

    Ciao,
    lo so che é un vecchio post ma spero che qualcuno mi risponda ugualmente: il valore di 1000 $ é da considerare per singolo pacco o per il totale della spedizione?

    Grazie

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Federica, da quel che so è per pacco. Puoi scrivere alla dogana australiana per esserne sicura al 100%!

  27. Valeria says:

    Ciao, io faccio bigiotteria handmade, e avrei intenzione di fare qualche inserzione di oggetti sull’Ebay australiano. In caso di vendita, vorrei sapere se una lettera con all’interno un paio di orecchini e/o un braccialetto (il tutto per valori nettamente inferiore a 10 €. )potrebbe avere problemi doganali (per es. tasse) e se ci deve essere una dichiarazione di valore.
    Grazie infinite.

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Valeria, non sono un’esperta ma penso che non ci siano problemi. Se vuoi essere più sicura contatta direttamente via email la dogana.
      Francesca

  28. Chiara says:

    Ciao e grazie, come hanno già detto tutti gli altri, per le info: chiare ed esaustive! In merito all’invio di alimenti in australia, dopo aver “studiato”attentamente i documenti che la dogana mette a disposizione (download, PDF vari tradotti e non) e’chiaro cosa non puoi mandare ma restano dubbi su cosa si possa inviare…sembra una barzelletta! Ho scritto una mail all’indirizzo che ho trovato sul PDF scaricato dal sito della dogana ma non ho ricevuto risposta. Sai dirmi a che indirizzo hai scritto tu per ricevere info? Thanks ;)

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Chiara, grazie per i complimenti! È stato parecchio tempo fa ed in realtà li avevamo chiamati direttamente :-)

  29. DARIO says:

    ciao…
    volevo chiederti se sai come si potrebbe spedire un ciclomotore…e che costi…
    ciao grazie

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Dario, non ne ho idea! Informati con le aziende che si occupano di spedizioni. Good luck!

  30. santino says:

    Ciao e complimenti per il tuo sito.
    Volevo chiederti qualche informazione sulle spedizioni di alimentari , vorrei spedire del pane fatto in casa a delle mie amiche a PERTH e vorrei spedirlo tramite poste italiane . Sai dirmi se ci sono restrizioni a tal proposito ?

    Grazie

  31. patrick swayze says:

    Ciao, grazie di cuore di tutte queste informazione, sei fantastica!!
    Volevo chiederti se per caso sai, se potrei portare nel bagaglio in stiva questi articoli per il bagno: amido di riso, argilla verde per maschere, bicarbonato di sodio, olio di cocco.
    Mettevo tutto in contenitori di plastica, magari dentro bustine sigillate. L’olio di cocco è effettivamente anche un alimento, come l’argilla e non so quindi.
    Grazie di tutto e buon proseguimento.

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Patrick, grazie per i complimenti :)
      Sinceramente queste cose le trovi anche in Australia, perciò potresti comprarle direttamente qui, risparmiandoti peso e spazio in valigia. In ogni caso se vuoi rischiare parti pure, sulla carta del passeggero dichiari da avere alimenti e poi quando alla dogana ti chiedono di cosa si tratta spieghi cos’è. Altra cosa che puo fare è contattarli via email e chiedere a loro per essere sicura ancora prima di partire.
      Good luck e buon viaggio!

  32. Erika says:

    Ciao! Mi sto trasferendo definitivamente a Mel ed ho anch’io questo problema. Le poste non spediscono vestiti usati ed i corrieri costano uno sproposito! Ho intenzione quindi anch io di farmeli spedire come regalo, posso chiederti se ti hanno chiesto qualche prova che fossero nuovi ed eventualmente che cosa??

  33. Piero says:

    Ciao, vorrei sapere se è possibile spedire delle fotografie (immagino di si) e assieme anche un passaporto australiano scaduto di una persona deceduta (era qui in uno studio legale, per delle pratiche di successione).
    Ciao grazie.

  34. sarah says:

    è consentito spedire tabacco in busta? e se si quanto è consentito spedirne?

  35. Tommaso says:

    ciao, io vorrei spedire alla mia ragazza in australia del cibo (es biscotti e caramelle), confezionato non casalingo, dite che è possibile? potrei avere problemi?

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Tommaso, ti consiglio di scrivere direttamente alla dogana australiana, specificando cosa vuoi spedire. A noi è capitato di doverli contattare e sono stati molto gentili, perciò non avere paura!
      Good luck

  36. DaniP says:

    Ciao, ti risulta che non si possano spedire gioelli d’argento? vorrei mandare il regalo di natale alla mia amica immigrata :(
    (scusa so che forse non è una domanda molto pertinente ma il tuo è il sito con le informazioni più complete che c’è sull’argomento!) grazie, buon proseguimento!

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Dani, grazie per le tue parole!
      Non ho mai sentito di questa cosa, dovresti guardare nel sito della dogana australiana ed eventualmente contattarli.
      Good luck!

  37. cinzia says:

    Posso chiederti delle informazioni per quanto riguarda linvio di pacchi in australia ? ( perth)…. tramite poste italiane mi hanno chiesto cifre esorbitanti…. grazie

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Cinzia, cerca online i corrieri internazionali! Noi abbiamo usato solo le poste perciò non posso darti consigli :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *