In più

WHV: 1 Dicembre 2015, la paga deve rispettare la media del settore

La paga deve rispettare la media del settore“. Forse sarò stordita io ma questa cosa la davo per scontata già dalla notizia che dal 31 Agosto 2015 chiunque voglia rinnovare il Working Holiday Visa deve presentare le proprie buste paga. Ricordate? Avevo scritto un articolo al riguardo “31 Agosto 2015: il lavoro di volontariato non sarà più accettato“.

buste paga WHVPerché il governo ha deciso che tutti i backpacker che rinnovano il WHV devono presentare le proprie payslips? Per controllare che non ci sia sfruttamento. Quindi a rigor di logica questo comporta anche un controllo dello stipendio stesso. A quanto sembra invece non era così implicito, o forse dovevano trasformarlo in legge, non lo so. Quello che so è che dal 1° Dicembre 2015 la vostra paga dovrà rispettare la media del settore. Ovviamente nel caso in cui stiate svolgendo lavori specifici in zone regionali per poter rinnovare poi il vostro Working Holiday Visa.

Cosa vuol dire? Che se trovate un farmer che vi vuole assumere, egli vi deve proporre una paga che sia alla pari con la media del settore (in questo caso settore agricolo). Se non lo fa e accettate il lavoro, fate i vostri 88 giorni, avete le buste paga e chiedete il rinnovo del WHV, il dipartimento vi dirà che lo stipendio che percepivate non è adeguato alla media e non accetterà la vostra richiesta di secondo Working Holiday Visa.

Che robe, vero?

La cosa base che bisogna ricordare è che, a prescindere da questa decisione, dovreste sempre assicurarvi di essere pagati correttamente. Non importa quale lavoro stiate svolgendo. Tutti noi immigrati sappiamo però che la realtà è un po’ diversa. Quando si arriva in un nuovo paese si cerca di fare di tutto per farsi assumere e finalmente iniziare, non facciamo i rompiscatole sugli stipendi perché non possiamo permettercelo.

Questa notizia quindi scuoterà parecchi backpacker provenienti da tutto il mondo. Penso che inizialmente ci sarà un calo drastico: si farà fatica a trovare lavoro specifico e in zone regionali proprio perché lo stipendio deve essere regolare. Poi, quando i datori/farmers si renderanno conto che non c’è più nessuno che accetta le loro offerte di lavoro, allora cambieranno tono e si adegueranno proponendo una paga adeguata.

Almeno, questo è quello che il governo spera, secondo me. Quello che accadrà lo scopriremo man mano.

Perciò ecco, questo articolo è per avvisarvi di stare attenti ai lavori che accettate, nel caso in cui il vostro obiettivo sia rinnovare il WHV. Assicuratevi che la paga proposta corrisponda alla media del settore. Per controllare ciò potete usare il calcolatore nel sito Fair Work.

Questa notizia l’ho sentita e letta nel sito SBS italian. Ho cercato informazioni ufficiali nel sito dell’immigrazione ma non le ho trovate. La notizia arriva direttamente da un agente di immigrazione parecchio riconosciuto quindi fidiamoci, no?

Alla prossima!

Condividi se ti ha aiutato! :-)
85
Condividi se ti ha aiutato! :-)
85

2 thoughts on “WHV: 1 Dicembre 2015, la paga deve rispettare la media del settore”

  1. Mery says:

    Ciao Francesca! Innanzitutto ti ringrazio per il sito e per le informazioni utilissime che pubblichi, penso saranno un aiuto prezioso per me che sarò in Oz da gennaio :)
    Se posso chiederti qualche spiegazione ulteriore: quindi la paga deve essere uguale o maggiore al minimum wage del settore indicato dal sito Fairwork o stiamo parlando di un’altra cifra ancora? Pensi che i datori di lavoro saranno già al corrente delle novità, o che si dovrà contrattare un po’?
    Infine, se posso farti una domanda slegata dall’argomento: come trovi le persone in Tasmania? Ci hai mai lavorato/conosci qualcuno che ci ha lavorato?
    Grazie di nuovo!
    Buona giornata :)

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Mery, grazie per i complimenti!
      Penso che non tutti i datori lo sappiano, starà a voi rompere le scatole!
      Non sono (purtroppo) mai stata in Tasmania e non conosco nessuno che ci abbia lavorato. Penso sia molto meno gettonata rispetto agli altri stati australiani quindi si può trovare meno competizione :-)
      Un grosso in bocca al lupo e buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *