YEAH! Il Manuale di Sopravvivenza Working Holiday Visa Australia è stato completamente aggiornato, tanti nuovi capitoli, testi più completi, un nuovo design e copertina. Scoprilo qui :-)

In più

Partner Visa per l’Australia

Questo articolo è stato scritto con la partecipazione di Marie di Migre Aussie, l’agente di immigrazione con cui collaboro. Come sapete non sono un agente e cerco sempre di fare il massimo per riportare le informazioni nel modo più corretto e chiaro possibile. Non posso però approfondire troppo quindi se dopo aver letto l’articolo avete dubbi o volete capire meglio certe cose, potete come sempre andare nel sito del dipartimento oppure contattare Marie!


 

Partner Visa AustraliaNon ho mai voluto scrivere un articolo sui visti per il partner perché ho sempre pensato che non siano molte le persone interessate.

Con gli anni però il numero di italiani che arrivano in Australia e che diventano residenti permanenti o cittadini australiani, oppure che incontrano e iniziano una relazione con un permanent resident o cittadino, sono sempre di più.

E quindi eccomi qui a cercare di estrapolare al meglio le informazioni dal sito del governo e ad esporle nel modo più chiaro che posso!

Precisazione

C’è subito da precisare una cosa, perché so che c’è un po’ di confusione al riguardo e lo capisco dalle domande che mi vengono fatte: quando richiedete un visto temporaneo o permanente per l’Australia e volete che anche il vostro compagno/a abbia lo stesso visto, non state applicando per un partner visa.

In pratica il vostro compagno/a rientrerà sotto il vostro stesso visto come applicante secondario, non dovrà richiedere un visto partner.

Esempio: applicate per un visto sponsor 457 e avete un partner che volete stia in Australia con voi. Nell’application per il 457 inserirete i dettagli del vostro compagno/a e quando verrà approvato il visto entrambi risulterete sotto visto 457.

Visti partner in generale

I visti partner sono una categoria a sé di visti e vengono richiesti quando uno di voi due è già un residente permanente (quindi ha un visto permanente) oppure un cittadino australiano o un cittadino eleggibile della Nuova Zelanda.

Sono dei visti che permettono di vivere, lavorare e studiare in Australia e di registrarsi a Medicare, quindi di usufruire del sistema sanitario nazionale. Questo è possibile anche quando il partner visa è un visto temporaneo. E’ un grosso vantaggio perché di solito chi è sotto un visto temporaneo non ha accesso a Medicare.

Un’altra cosa che differenzia il visto partner da quasi tutti gli altri visti è che non esiste un limite di età. In linea generale il limite massimo per i visti lavoro è ad esempio 50 anni, in questo caso non dovrete preoccuparvi.

Il tipo di relazione con il partner

Cosa significa per il dipartimento “partner”? Significa che devi essere:

  • sposato OPPURE
  • in una relazione de-facto

con un permanent resident, cittadino australiano o cittadino eleggibile della Nuova Zelanda.

Il dipartimento specifica che la relazione deve essere genuina e continua e che dovete vivere con il vostro partner o, nel caso in cui non lo stiate facendo, che le eventuali separazioni siano solo temporanee.

SPOSATI – se siete sposati il vostro matrimonio deve essere valido per la legge australiana.

  • matrimoni nei quali uno dei due o entrambi sono minorenni
  • matrimoni poligami
  • matrimoni tra persone dello stesso sesso

NON sono considerati legali in Australia (precisazione: penso che entro il prossimo anno saranno resi legali in Australia i matrimoni tra persone dello stesso sesso, same-sex marriage, quindi non disperate!).

LEGGI ANCHE:  Skills Assessment e Assessing Authority

Nel caso in cui non siate sposati o siate sotto un same-sex marriage, potete applicare comunque per il partner visa come relazione de-facto.

RELAZIONE DE-FACTO – per chi non è legalmente sposato o sta con una persona dello stesso sesso e ha una relazione che dura da almeno 12 mesi (immediatamente prima dell’inoltro dell’application per il visto partner). Per valutare la validità della vostra relazione verranno prese in considerazione diverse cose, ad esempio:

  • vivete insieme full-time
  • condividete importanti responsabilità finanziarie e sociali (contratto di affitto, conti bancari etc…)
  • la vostra unità famigliare è separata da altre persone (in pratica non vivete in una casa condivisa)
  • la storia della vostra relazione

Non entro nei dettagli, potete trovare tutte le informazioni complete nel sito dell’immigrazione (ho messo i link in fondo all’articolo) oppure potete sentire Marie di Migre Aussie che potrà analizzare il vostro caso e spiegarvi meglio.

Tipologie di visti partner

Ci sono 4 visti partner principali e possiamo raggrupparli due a due.

  1. Partner Visa 820 (temporaneo) + sottoclasse 801 (permanente) – quando si applica per il visto e il partner si trova in Australia
  2. Partner Visa 309 (temporaneo) + sottoclasse 100 (permanente) – quando si applica per il visto e il partner si trova al di fuori dall’Australia

Esiste anche un quinto visto, chiamato Prospective Marriage Visa subclass 300. Questo visto è per quelle persone che non sono in Australia e che hanno intenzione di sposare un permanent resident, cittadino australiano o cittadino eleggibile della Nuova Zelanda. Una volta approvato, il visto dura 9 mesi e permette alla persona che l’ha richiesto di venire in Australia ancora prima di aver sposato il proprio partner e di applicare successivamente per il visto temporaneo 820. Nota bene: il matrimonio non dovrà essere per forza eseguito in Australia.

Naturalmente il visto Prospective Marriage richiede che dimostriate che avete davvero intenzione di sposarvi entro i 9 mesi dalla data di approvazione dello stesso. I tempi di approvazione del visto sono di circa 5 mesi.

Passaggi

Tralasciamo un attimo il visto Prospective Marriage Visa. Il processo di richiesta di un partner visa è molto semplice e si suddivide in due passaggi distanziati tra loro di circa DUE ANNI.

Il primo passaggio consiste nella richiesta di un partner visa temporaneo, che corrisponde alla sottoclasse 820 o 309 in base a dove ci si trova quando si applica.

Il secondo passaggio è il processamento del partner visa permanente, ovvero la sottoclasse 801 oppure 100 sempre in base a dove ci si trova quando si è inoltrata l’application iniziale.

Non è possibile quindi per il proprio compagno richiedere direttamente il visto partner permanente, prima deve passare attraverso quello temporaneo.

Se richiedete prima il Prospective Marriage Visa 300, aggiungerete un passaggio in più:

  1. Prospective Marriage Visa
  2. Visto temporaneo subclass 820
  3. Visto permanente subclass 801

C’è da considerare che se si applica dall’Australia bisogna per forza trovarsi in Australia quando il visto vi verrà approvato. Idem se applicate fuori dall’Australia: dovrete essere fuori dall’Australia per tutta la durata del processamento del visto e al momento in cui vi verrà approvato.

Passaggio al visto permanente

Una cosa che non sapevo è che quando si richiede un visto partner si dovrà inoltrare e pagare l’application una sola volta. In pratica c’è un solo modulo di applicazione e una sola tassa per entrambi i passaggi, quindi sia per il visto temporaneo che permanente. Naturalmente se applicate per il visto Prospective Marriage le cose sono diverse e avrete l’application e una tassa anche per questo visa.

LEGGI ANCHE:  Lista SOL e CSOL: a cosa diavolo servono?

Escludiamo il visto Prospective Marriage Visa così semplifichiamo le cose: dopo circa due anni dal momento in cui avete inoltrato l’application per il visto partner (quindi siete sotto visto partner temporaneo 820 o 309), verrete valutati per il visto permanente: il visto 801 se siete in Australia o 100 se eravate fuori dall’Australia quando avete fatto l’application all’inizio. In genere 3 mesi prima di questa valutazione verrete contattati dal dipartimento che vi chiederà di fornire ulteriore documentazione. Ovviamente ci sono una serie di criteri che devono essere rispettati affinché vi venga approvato anche il visto permanente.

Il visto partner permanente vi permetterà:

  • rimanere in Australia a tempo indeterminato
  • richiedere la cittadinanza australiana (se soddisfate tutti i requisiti)
  • lavorare e studiare in Australia
Applicare per il visto 820 dall’Australia

Quando vi trovate già in Australia e applicate per il visto partner (quindi l’820+801) dovrete trovarvi in Australia nel momento in cui vi verrà approvato. Solitamente i tempi di processamento sono di 6 mesi, ma al momento nel sito dell’immigrazione c’è indicato che sono di 12/15 mesi.

Applicare per il visto 309 fuori dall’Australia

Non potrete entrare in Australia finché non vi verrà approvato il visto temporaneo 309. Il dipartimento, quando vi darà la conferma di approvazione, vi darà anche una data entro la quale dovrete entrare in Australia. In caso non riusciate ad entrare entro la data indicata il visto vi potrebbe essere cancellato. I tempi di processamento sono più veloci circa: 5 mesi.


 

I visti partner non sono troppo complicati, gli unici problemi che si potrebbero incontrare sono quando non si è sposati e bisogna dimostrare di essere in una relazione de-facto. So che alcune persone hanno difficoltà in questo, perciò vi consiglio, nel caso in cui pensiate prima o poi di richiederlo, di agire il prima possibile e di capire bene i requisiti e l’eventuale documentazione che potrebbe esservi richiesta.

Approfondimenti
• Libretto pdf sulla Partner Migration Partner Migration - dipartimento di immigrazione
• Partner Visa dall'Australia Partner Visa 820 e 801 - dipartimento di immigrazione
• Partner Visa da fuori Australia Partner Visa 309 e 100 - dipartimento di immigrazione
• Prospective Marriage Partner Visa 300 dipartimento di immigrazione
Condividi se ti è stato utile!

14 thoughts on “Partner Visa per l’Australia”

  1. Alessandro mollica says:

    Salve, la mia compagna è in Australia con visto working holiday, vorrei raggiungerla per cercare di svolgere li la professione di infermiere. Posso richiedere il parent visa e trasferirmi da lei?
    Grazie in anticipo per la risposta?

  2. elisabetta says:

    Ciao, sto preparando le carte per il partner visa (il mio ragazzo è australiano). Abbiamo già 2 statutory declarations, uno di un’amica australiana e uno di mia sorella. Vorrei averne un altro da parte di mio cugino, che risiede in Italia, ma mi chiedevo, come avviene la legalizzazione del documento in Italia? È necessaria un’apostille? Grazie

  3. Daniele says:

    Ciao,
    grazie per il contributo dell’articolo. E’ stato molto utile per fare un po di chiarezza.
    Un solo dubbio qualora hai tempo/ modo. Da Gennaio 2015 sono in una relazione con una cittadina australiana (entrambi in Italia); tuttavia, solo da Novembre 2016 siamo andati a convivere con regolare contratto cointestato. Volevamo capire, ritieni che possiamo considerare la nostra relazione come “de facto” già prima di tale data (es. Gennaio 206) oppure la convivenza è il fattore predominante nella classificazione della relazione come tale? Il dubbio nasce dai tempi di attesa per ottenere un visto 309.
    Grazie per il contributo

    Un saluto

    Daniele

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Daniele, non posso spingermi a darti una risposta perché andrebbero analizzate più cose per poter rispondere e perché non sono un agente di immigrazione! In generale però: so che convivere è molto importante ma so anche che in alcuni casi possono bastare altri tipi di prove.
      In bocca al lupo!

  4. Sofia Cavalli says:

    Ciao Francesca,

    ho cercato bene nel tuo manuale sui visti per l’Australia ma non sono riuscita a trovare la risposta a questo quesito un po’ particolare: se si applica per due visti contemporaneamente (a distanza di due mesi l’uno dall’altro) si può usare lo stesso HAP code degli esami medici? Il receptionista della clinica a Milano dice di no, che si possono allegare gli stessi esami medici ma bisogna fare due HAP diversi. Il mio migration agent sostiene invece che l’HAP sarà il medesimo. Grazie in anticipo.

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Sofia, ti ho già risposto al messaggio privato :-D

  5. Joanna says:

    Ciao Francesca,
    Sono cittadina italiana.
    L’anno scorso, a luglio ho conosciuto in Italia un cittadino australiano .
    Sono stata da lui per 3 mesi , scaduto il visto, sono tornata in Italia.
    Siamo sempre in contatto via internet .
    La nostra relazione può essere chiamata la relazione de facto ?
    Possiamo fare la domanda per ” Partner VISA ” ?
    Grazie ,
    Gio’

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Joanna, non penso proprio, non mi sembra rispettiate i requisiti :-)

      1. Gianfranco says:

        Ho sposato un australiana in italia ed è la mia compagna attuale. Posso avere il passaporto australiano?

        1. Immigrata allo Sbaraglio says:

          Ciao Gianfranco, puoi ottenere la cittadinanza australiana (e di conseguenza il passaporto) ma devi prima diventare un residente permanente, ovvero ottenere un visto permanente.
          Trovi tutto spiegato qui https://www.border.gov.au/Trav/Citi/pathways-processes/application-options/partner-spouse/eligibility
          Good luck!

  6. Maurizio says:

    Ciao
    sono in Austrlia da gennaio con la student visa, questo visto mi scadra` a inizio del nuovo anno ma applichero` per la partner visa nei prossimi mesi, La mia ragazza e` PR ed e`in attesa di riceve il passaporto australiano.
    nel momento che scade la mia student visa e quindi passo in Bridging visa potro` lavorare full time? o sempre e solo Part time?

    grazie

    Maurizio

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Maurizio, il dipartimento ti darà tutti i dettagli.

  7. Giulia says:

    Ciao,
    volevo chiederti un informazione. Io sono Italiana con passaporto italiano mentre mio marito essendo senegalese ha un passaporto senegalese. Il prossimo anno vorremmo venire in australia per lavorare e studiare. Io avrei voluto venire con un working holiday visa, ma invece purtroppo mi sembra che mio marito avendo passaporto senegalese non può richiedere un WHV. Quale visto potrebbe andare bene per noi? Un partner visa?
    Grazie.
    Giulia

    1. Immigrata allo Sbaraglio says:

      Ciao Giulia, puoi fare un partner visa solo se uno dei due è cittadino australiano o ha un visto permanente, cosa che non è il vostro caso (articolo sui partner visa qui http://vivereinaustralia.com/blog/partner-visa-per-australia/).
      Sotto WHV non puoi far rientrare il compagno o i figli, è una delle sue regole, quindi non potresti neppure far rientrare il tuo compagno sotto il tuo visto come applicante secondario. L’alternativa potrebbe essere o trovare uno sponsor, o chiedere uno dei visti indipendenti basati sul sistema a punti o un visto studente. Trovi diversi articoli nel sito :-)
      In bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *