YEAH! Il Manuale di Sopravvivenza Working Holiday Visa Australia è stato completamente aggiornato, tanti nuovi capitoli, testi più completi, un nuovo design e copertina. Scoprilo qui :-)

In più

31 Agosto 2015: il lavoro di volontariato non sarà più accettato

Working Holiday VisaLa voce aveva iniziato a girare già da Maggio e adesso c’è una data: dal 31 Agosto 2015 il lavoro di volontariato non sarà più accettato ai fini del rinnovo del Working Holiday Visa.

I fatti: il primo Maggio era uscito un comunicato ufficiale che dichiarava che nei mesi successivi il lavoro di volontariato, compreso quindi anche WWOOFING, avrebbe smesso di essere considerato valido per l’accumulo degli 88 giorni di lavoro specifico che servono per il rinnovo del Working Holiday Visa. Avevo scritto un articolo al riguardo “Rinnovare il Working Holiday Visa: brutte notizie all’orizzonte” se vi interessa leggerlo.

Quello che si pensava: il dipartimento di immigrazione aveva detto che i cambiamenti ci avrebbero messo un po’ prima di essere messi effettivamente in atto e che avrebbero dato diversi mesi di anticipo per agevolare il passaggio. Girava la voce che tutto questo sarebbe iniziato verso la fine dell’anno.

La realtà: non me lo aspettavo, ma la data di inizio ufficiale dei cambiamenti sarà il 31 Agosto 2015, quindi un po’ prima di quello che la maggior parte delle persone pensava.

Cosa cambierà: dal 31 Agosto in poi chiunque voglia rinnovare il visto Working Holiday dovrà dimostrare di aver svolto lavoro remunerato e per fare ciò dovrà fornire le buste pagapay slips (prima non era obbligatorio). Dato che il lavoro di volontariato è svolto senza percepire denaro, esso non avrà buste paga e quindi non sarà accettabile.

Lavoro di volontariato prima del 31 Agosto 2015

Non andate in panico: se avete svolto lavoro di volontariato prima del 31 Agosto, esso verrà considerato valido quando rinnoverete il vostro Working Holiday Visa, anche se lo rinnovate dopo il 31 Agosto 2015.

Non dovrete fornire le buste paga per il lavoro svolto prima di questa data.

Esempio: volete inoltrare l’application per il rinnovo del WHV il 20 Ottobre 2015. Dovrete fornire le buste paga per il lavoro svolto tra il 31 Agosto e il 20 Ottobre. Per il lavoro svolto prima del 31 Agosto non siete obbligati ad allegare alcuna busta paga.

Lavoro di volontariato dopo il 31 Agosto 2015

Mi dispiace, ma se svolgete lavoro di volontariato dopo il 31 Agosto, esso non vi aiuterà per il rinnovo del WHV. Sarà obbligatorio fornire le buste paga per qualsiasi lavoro svolto dopo questa data.

E se ho già organizzato del lavoro di volontariato e inizio dopo il 31 Agosto 2015?

Nel caso in cui abbiate già preso contatto con l’host (colui che vi ospita e per il quale svolgerete lavoro di volontariato), vi siete già messi d’accordo e tutto è già stato deciso, allora è necessario e consigliabile farsi fare una lettera esplicativa dal vostro host che spiega la situazione. Questa lettera la allegherete quando invierete la richiesta di rinnovo del WHV e il dipartimento analizzerà il vostro caso e le vostre circostanze per decidere se accettare lo stesso il lavoro di volontariato che avete svolto.

E invece se sono nel bel mezzo del lavoro di volontariato il 31 Agosto 2015?

Se state già lavorando volontariamente e il periodo del vostro lavoro ricade tra prima del 31 Agosto 2015 e dopo, allora anche in questo caso vi potete far fare una lettera esplicativa dal vostro host e allegarla con la richiesta di rinnovo del WHV. Idem anche qui, il dipartimento analizzerà il vostro caso e valuterà se accettare o meno.

LEGGI ANCHE:  Rinnovare il Working Holiday Visa: brutte notizie all'orizzonte
Come fornire le buste paga e altri documenti di supporto

Quando inoltrerete l’application per il secondo WHV online, potete fare una scansione delle buste paga e allegarle alla vostra richiesta. Se invece volete richiedere il WHV via modulo cartaceo allora potrete spedire le fotocopie delle buste paga.

Perché questo cambiamento?

Come ha scritto Alice nel suo articolo, dover fornire le buste paga per poter rinnovare il WHV è d’aiuto su diversi livelli:

  • assicura che il datore di lavoro paghi correttamente i backpacker e aiuterà a limitare lo sfruttamento
  • ci sono persone che finora hanno fatto finta di lavorare nelle farm ma sono riuscite le stesso a rinnovare il WHV grazie a degli accordi non molto puliti; da fine Agosto in poi il dover fornire le buste paga metterà i bastoni tra le ruote a queste persone
In aggiunta:
  1. Le buste paga non sono opzionali per il datore di lavoro, sono OBBLIGATORIE. Qualsiasi datore che affermi che non deve fornirvele, è in torto marcio e probabilmente sta cercando di fare il furbo.
  2. Il dipartimento ha detto molto chiaramente che tutto il lavoro specifico svolto dal 31 Agosto 2015 in poi deve includere le buste paga e non sono state fornite esenzioni generali. In alcune circostanze particolari analizzeranno i singoli casi prima di prendere una decisione, come spiegato prima.
  3. Se volete capire quanto dovreste essere pagati potete consultare il sito Fair Work.
  4. WWOOFING ha iniziato una petizione un po’ di tempo fa per chiedere al dipartimento di fermare questi cambiamenti, se volete firmare anche voi la trovate su Change.org.
  5. WWOOFING ha proposto al dipartimento una “Volunteer Pay Slip” ovvero una busta paga per volontari. Ancora non si sa se la proposta verrà accettata o no.

Oltre ad aver letto l’articolo nel sito di Step Up Oz, ho fatto anche un po’ di ricerca online e nel sito del WWOOFING ho trovato molte informazioni, la maggior parte le ho riportate nell’articolo. Essendo direttamente coinvolti e avendo ricevuto parecchie domande dai propri iscritti, hanno contattato il Dipartimento di immigrazione per chiarire un po’ di dubbi.

Personalmente sono molto combattuta su questa decisione, penso che possa aiutare il sistema ma al contempo penso che metterà nei problemi parecchie fattorie che finora sono andate avanti grazie al lavoro svolto da volontari. Inoltre so che moltissime persone si sono trovate molto bene con il sistema del WWOOFING e che non trovano giusto che non venga più considerato come lavoro vero e proprio. Voi cosa ne pensate?

Alla prossima!

Condividi se ti è stato utile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *