YEAH! Il Manuale di Sopravvivenza Working Holiday Visa Australia è stato completamente aggiornato, tanti nuovi capitoli, testi più completi, un nuovo design e copertina. Scoprilo qui :-)

In più

Il mistero dell’ABN per i Working Holiday Visa

Nell’arco di due settimane mi è stato chiesto privatamente se è normale che un datore di lavoro chieda ad una persona che è sotto Working Holiday Visa di ottenere un ABN – Australian Business Number.

Con datore di lavoro intendo anche farmers (quindi le persone che gestiscono le farm – fattorie) e con Australian Business Number si intende quello che corrisponde alla partita IVA italiana.

Aprirne uno è facile e gratuito, l’ho fatto anch’io in prima persona per il mio business. Nulla di complicato. La questione però è: è normale che dei contadini chiedano a dei poveri ragazzi arrivati con Working Holiday Visa, disposti a farsi il culo in mezzo ai campi per accumulare 88 giorni di lavoro specifico in aree regionali, di applicare per l’ABN?

No, non è normale per nulla.

Dal sito dell’ABR (Australian Business Register) si capisce chiaramente che se vuoi applicare per un ABN come sole trader (la struttura business più semplice) significa che hai intenzione di svolgere un tuo business, che non sarai un’apprendista né un impiegato.

ABN per Working Holiday VisaSe hai un ABN puoi essere assunto come indipendent contractor o subcontractor.

Un subcontractor è un independent contractor che è stato assunto da un independent contractor. In pratica sono la stessa cosa. Belli questi giochi di parola!

Cosa significa in pochi soldoni?
Quello che segue lo traduco dal sito governativo Fairwork:

Un vero independent contractor o subcontractor:

  • di solito viene assunto per un lavoro specifico o per un certo arco di tempo
  • si assume il rischio di un lavoro svolto male, di danno fisico e di solito ha la propria assicurazione
  • ha alti livelli di controllo su come il lavoro deve essere svolto e può assumere altre persone
  • paga le proprie tasse, GST e superannuation
  • può rifiutare un lavoro o proporre un altro periodo per svolgerlo
  • di comune accordo decide le ore richieste per svolgere il lavoro
  • ha un ABN ed emette fatture (invoices)

Dall’altro lato invece, gli impiegati “normali” (employees):

  • il loro lavoro è diretto e controllato da un capo
  • il lavoro è già deciso e ci sono degli orari standard (anche se il lavoro casual può variare di settimana in settimana)
  • viene detto loro dove lavorare
  • il datore deduce le tasse dalla loro paga
  • dovrebbero ricevere un’appropriata superannuation e ferie pagate (N.B. il discorso è diverso quando il contratto è casual)

Cos’è il sham contracting

Il sham contracting è quando ad una persona che dovrebbe lavorare come impiegato normale viene detto che è un independent contractor o subcontractor (e quindi viene chiesto di fare l’ABN) ma in realtà non lo è.

Il sham contracting è illegale. E’ illegale:

  • affermare che un impiegato (inteso come employee) è un independent contractor o subcontractor
  • dire qualcosa di falso per convincere un impiegato a diventare un independent contractor o subcontractor
  • licenziare o minacciare di licenziare un impiegato se non diventa un independent contractor o subcontractor
  • licenziare un impiegato e assumerlo nuovamente come independent contractor o subcontractor per svolgere lo stesso lavoro

Solitamente la tecnica del sham contracting viene utilizzata quando i datori di lavoro vogliono evitare le responsabilità (e i costi) che comporta l’assunzione normale di un impiegato.

ABN e backpacker: perché certi datori lo richiedono?

Cerchiamo di capire i vantaggi che un datore avrebbe nel convincere qualcuno a fare l’ABN e ad assumerlo come independent contractor o subcontractor:

  1. non deducono le tasse dal loro stipendio = meno sbattimento per loro
  2. non pagano la superannuation
  3. non pagano giorni di malattia né ferie (ma questo capita anche con i contratti casual)
  4. in caso di incidente sul posto di lavoro non sono tenuti a coprire i danni alla persona
  5. ti possono licenziare senza preavviso
LEGGI ANCHE:  Nuove tasse per i backpacker. Ma sono davvero nuove?

Cosa comporta lavorare con il proprio ABN come subcontractor o independent contractor?

Tasse

Tanti backpacker sono belli felici di ricevere una paga piena, senza che siano state tolte loro le tasse. Quello che forse non capiscono è che comunque dovranno pagarle, alla fine dell’anno fiscale. Quindi non solo dovranno calcolarsi ogni volta quanto mettere da parte per poter alla fine riuscire a pagarle, ma lo sbattimento che si dovranno fare è maggiore rispetto a quando si viene assunti normalmente.

Incidenti sul posto di lavoro

Se vi fate male sul posto di lavoro (cosa che può succedere soprattutto se si lavora nelle farm), non avrete nessuna copertura, cosa che invece c’è quando si viene assunti nel modo normale.

Stipendio e minimo salariale

Questione stipendio: non avete protezione per quanto riguardo il minimo salariale. Vi traduco sempre dal sito governativo Fairwork:

dato che gli independent contractors non sono impiegati (employees), non hanno una paga minima o una paga oraria. Piuttosto gli independent contractors negoziano il pagamento come parte del loro contratto. Un independent contractor emetterà una fattura quando avrà bisogno di essere pagato. Può essere pagato su base regolare oppure al termine del suo contratto o progetto.

Se un independent contractor non riceve il pagamento per una fattura può contattare Small Claims o cercare aiuto legale. Fairwork non può forzare un pagamento per una fattura non pagata (a differenza di quello che succede se sei un impiegato normale e il tuo datore non ti paga o ti paga al di sotto del minimo salariale).

Rinnovo del Working Holiday Visa

Ultima cosa, e questo è diretto a tutti quelli che hanno intenzione di fare gli 88 giorni di lavoro specifico in aree regionali per rinnovare il Working Holiday Visa un secondo anno: quando lavorate come subcontractor o independent contractor e quindi con il vostro ABN, teoricamente dovrete emettere voi fattura e non ricevete una busta paga. Sapete cosa chiede l’immigrazione adesso quando mandate l’application per il rinnovo del vostro WHV? Una delle prove più importanti sono proprio le buste paga che avete ricevuto durante i vostri 88 giorni.

Ora mi chiedo, chi lavora in una farm come subcontractor o independent contractor, riceve un semplice assegno ed emette la sua fatturina, come dimostrerà al dipartimento i suoi giorni lavorati?

Questa è una questione ancora in sospeso e che sto cercando di chiarire, perché onestamente mi sembra tutto così strano. Ho contattato il dipartimento chiedendo informazioni in più in merito a questa cosa, sto aspettando risposta.

Posso ottenere un ABN se il mio farmer me lo chiede e dovrei farlo?

Anche se in realtà non rispetti i requisiti stretti per poter ottenere un ABN, non vengono (al momento) fatti troppi controlli quando lo si richiede. Quindi sì, lo puoi ottenere e ci sono diversi backpacker che l’hanno già fatto.

Se dovresti farlo? Lo so che quando si arriva in Australia si ha fretta di trovare un lavoro e di iniziare a guadagnare dei soldi, perciò la mia risposta è che dovreste valutare voi di caso in caso.

Vi faccio un esempio: siete dei web designer, volete fare i freelancer e iniziate a collaborare con una o più agenzie di web design. Fare l’ABN ed essere ingaggiati come independent contractor ha la sua logica in questo caso. Siete sole trader, avete il vostro business, gestite voi il vostro lavoro e vi arrangiate per la questione delle tasse. Qui a parer mio ci sta del tutto.

LEGGI ANCHE:  Working Holiday Visa: lavorare più di 6 mesi con lo stesso datore di lavoro

Altro esempio: so che molte persone assunte nel settore costruzioni sono con il proprio ABN e vengono assunti come subcontractors. In questo caso sarebbe ok che il vostro datore ve lo chieda.

Ancora: volete fare i camerieri e il gestore del ristorante vi chiede di fare l’ABN e vi vuole assumere come independent contractor. Mmmm…per me questo non è il caso.

Altro esempio: arrivate in una farm, il contadino vi dice di fare l’ABN perché vi vuole assumere come subcontractor. Poi vi dice esattamente il lavoro che dovete fare, vi dà degli orari prestabiliti, vi dà ordini. In pratica fa il capo. A me questo non sembra proprio la giusta definizione di “independent contractor“.

Quello che alcuni datori stanno facendo è illegale. E se può esservi di consolazione questo è un problema che esiste anche con gli australiani stessi, non solo con i backpacker arrivati con Working Holiday Visa.

Onestamente sono ancora abbastanza perplessa su tutta questa faccenda. Sembra che molti backpacker stiano accettando di ottenere un ABN e lavorare come independent contractor anche se in realtà non ci sarebbe motivo né le basi per farlo. La risposta logica sarebbe: no, non farlo se non ritieni che sia corretto quello che ti stanno chiedendo. Però come ho già detto capisco e so bene quanto sia necessario trovare un lavoro e guadagnare perciò, nel caso in cui vi ritroviate in una situazione del genere, tenete a mente e valutate queste cose:

  • non fatevi male sul posto di lavoro perché non avete copertura di nessun tipo
  • mettete subito da parte i soldi per le tasse o vi ritrovate a fine anno fiscale nella cacca
  • se volete rinnovare il WHV e avete bisogno di dimostrare gli 88 giorni di lavoro, chiedete al vostro datore di lavoro come potrete fornire delle buste paga se venite assunti come independent contractor
  • se la cosa vi puzza troppo non accettate il lavoro
  • ricordatevi che dal 1° Luglio 2016 le tasse per chi è con WHV saranno del 32.5% dal primo dollaro guadagnato; fatevi bene i calcoli quando accettate un lavoro

E’ tutto, rimango in attesa di una risposta da parte del dipartimento riguardo questa faccenda. Terrò il post aggiornato. Se volete dire la vostra opinione o raccontare la vostra esperienza personale fatevi avanti!

 

Fonti e link utili
- Differenza tra un contractor, subcontractor, independent contractor: Contractors, independent contractors and subcontractors
- Differenza tra impiegato e independent contractors e spiegazione dello sham contracting: Help for independent contractor
- Il mio capo vuole che io faccia l'ABN, sito Australian Unions: My boss wants me to have an ABN
- Requisiti per richiedere un ABN: ABN entitlement
- Requisiti individual/Sole trader: Individual Sole trader
Condividi se ti è stato utile!

One thought on “Il mistero dell’ABN per i Working Holiday Visa”

  1. Alessandro says:

    Ciao francesca!

    il tuo blog è fantastico, contenuti ottimi e facili da trovare. Ho una domanda per te riguardo il WHV e l’ABN.
    Vengo in Australia con un obbiettivo preciso, imparare bene l’inglese e mettere da parte soldi per espandere un business online già iniziato qui in Italia. Lo stipendio come lavoratore dipendente, sia qui che in Australia, mi aiuta nel finanziare la mia idea. Dal momento in cui arriverò li (gennaio) non è possibile essere assunti e allo stesso tempo aprire un ABN corretto? Come posso fare?
    Se posso scegliere aprirei un ABN ma non sono pratico nel calcolare quanto dovrei chiedere al datore di lavoro per pagare tutte le tasse e avere un buon profitto.

    Come procederesti tu in questo caso?

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *